“L’ESODO. L’EMIGRAZIONE ITALIANA NELLE AMERICHE DAL 1861” NEL LIBRO DI CLAUDIO FALLETI

“L’esodo. L’emigrazione italiana nelle Americhe dal 1861” nel libro di Claudio Falleti

MODENA\ aise\ - Arriva oggi, 28 gennaio, nelle librerie italiane per Infinito Edizioni il volume “L’esodo. L’emigrazione italiana nelle Americhe dal 1861” (pp.96, euro 13) di Claudio Falleti, con la prefazione di Lorenzo Trucco, l’introduzione di Giorgio Barberis e la postfazione di Francesco Bocchetti.
Partirono carichi di sogni e di speranza per un viaggio che li avrebbe condotti in una terra lontana, dalla quale la maggior parte di loro non avrebbe più fatto ritorno. Gli italiani, popolo di emigrati, nel corso dei secoli hanno piantato le radici nelle Americhe. Questo libro ricostruisce fatti storici, politici ed economici e racconta le imprese di tanti italiani nel Nuovo Mondo: gli esploratori, gli esuli dei moti rivoluzionari, i migranti economici che coniarono il motto “il primo anno agricoltore, il secondo inquilino, il terzo proprietario”, anche se non sempre questa previsione si è avverata. Il libro si chiude con le risposte alle domande più frequenti poste dai discendenti di quegli italiani che oggi chiedono il riconoscimento della cittadinanza.
“L’emigrazione accompagna la storia degli esseri umani e ne costituisce un tratto decisivo e imprescindibile, con il suo bagaglio di difficoltà, dolori, sofferenze ma anche di incredibili risorse, di contributi decisivi per lo sviluppo economico e culturale dei Paesi di approdo”, scrive Trucco nella sua prefazione.
“La reazione più adeguata di fronte alla crescente incertezza consiste nell’aprirsi quanto più possibile all’altro, senza avere paura del confronto culturale”, le parole di Barberis nell’introduzione al volume, che per Bocchetti è prezioso “per far conoscere a tutti noi l’immenso patrimonio di cultura e di affetto su cui l’Italia può contare in ogni angolo di mondo”.
Claudio Falleti (Alessandria, 1980), avvocato, ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza presso l’Università del Piemonte Orientale con Menzione d’Onore discutendo la tesi Analisi dei flussi migratori e ripercussioni sul sistema economico nazionale. Esercita la professione tra Italia e Spagna ed è vicepresidente generale dell’Organizzazione mondiale degli avvocati oltre che Alto Commissario per la Repubblica Italiana. È stato insignito del Premio Quality Awards Asel 2018-Matera Capitale Europea della Cultura per essersi distinto in campo legale internazionale. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi