MADRID: GLI ALUNNI DELLA SCUOLA ITALIANA ALLA SCOPERTA DEI MILLE VOLTI DELLA CITTÀ

MADRID: GLI ALUNNI DELLA SCUOLA ITALIANA ALLA SCOPERTA DEI MILLE VOLTI DELLA CITTÀ

MADRID\ aise\ - Come si vive a Madrid? Lo raccontano gli studenti della Scuola Italiana di Madrid per il progetto “Alla scoperta dei mille volti della mia città”. Duecentocinquanta alunni - tra gli iscritti a liceo, medie e primaria - si sono trasformati in reporter per indagare le differenze tra l’Italia e la Spagna e, successivamente, raccontarle, attraverso testi e immagini registrate col proprio smartphone, ai loro compagni e alle loro famiglie.
Il risultato – riporta l’Ambasciata – è un’indagine dal vero, con la produzione di dodici mini-documentari e la creazione di un canale YouTube e di un blog, per apprezzare meglio la città in cui stanno crescendo. Il progetto ha avuto anche lo scopo di promuovere un corretto e consapevole uso dei telefoni cellulari. I lavori sono stati presentati anche alla manifestazione “Passione Italia”, promossa dalla Camera di Commercio col patrocinio dell’Ambasciata italiana, come esempio di eccellenza italiana a Madrid.
Dopo l’esperimento dell’anno scorso con un gruppo volontario al liceo di web journalism, quest’anno la Scuola Italiana di Madrid, diretta da Paola Gasco, ha voluto coinvolgere nel progetto di documentazione video anche cinque classi della primaria, tre delle medie e due del liceo. Dieci classi in totale, più il gruppo volontario di web journalism già al lavoro dall'anno scorso, con dodici insegnanti coordinati dal professor Fabio Fussi, e con la giornalista Tonia Limatola.
Per raccontare Madrid, i ragazzi hanno approfittato delle celebrazioni per il centenario della linea 1 della metro per fare un viaggio tra i quartieri, del centro e della periferia. Sono andati a chiedere ai residenti come vive la comunità LBGT a Chueca; a visitare i parchi verdi e gli impianti sportivi e intervistato numerosi atleti; oppure hanno scoperto i luoghi invisibili di Madrid, ispirandosi al testo di Italo Calvino. Hanno anche indagato il tema della mobilità sostenibile e le diversità religiose, corredando la ricerca con interviste a cittadini di fede cattolica e musulmana. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi