Medicina del futuro e life sciences: l’Italia protagonista a Expo 2020 Dubai – di Nicoletta Mele

DUBAI\ aise\ - 1 aprile 2021 – 1 ottobre 2021. Mancano 6 mesi a Expo 2020 Dubai, la più attesa esposizione universale che si terrà a Dubai e che accoglierà visitatori da tutto il mondo dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022. “Connecting Minds, Creating the Future” è il tema dell’Expo con oltre 190 Paesi partecipanti tra cui l’Italia. Il Padiglione Italia all’Expo 2020 Dubai, l’architettura firmata da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria, è stato ideato per mettere in scena con creatività e innovazione “la bellezza che unisce le persone” e sarà collocato tra le aree tematiche “Opportunità” e “Sostenibilità” del sito di Expo 2020 Dubai.
L’Italia porterà all’esposizione universale del prossimo ottobre un grande progetto di innovazione, sostenibilità e diplomazia scientifica, un progetto rafforzato grazie all’accordo di partnership tra il Commissariato Generale per l’Italia a Expo 2020 Dubai e il Gruppo Bracco, leader mondiale nella diagnostica per immagini, dispositivi medicali e avanzati sistemi di somministrazione di mezzi di contrasto.
Official Gold Sponsor del Padiglione Italia il Gruppo Bracco sarà protagonista sui temi life sciences, intelligenza artificiale e imaging diagnostico.
Il Gruppo Bracco si sta preparando al semestre espositivo con una serie di eventi che hanno preso il via il 15 dicembre scorso con il webinar “#beyond research and innovation, Bracco si prepara a Expo 2020 Dubai”, un interessante dibattito con ospiti in collegamento dall’Italia e dagli Emirati Arabi Uniti e la partecipazione del Commissario Generale dell’Italia a Expo 2020 Paolo Glisenti e l’Ambasciatore d’Italia negli U.A.E, Nicola Lener.
“A Dubai vogliamo essere protagonisti sui temi della medicina del futuro e delle life sciences. Presenteremo soluzioni innovative in materia di salute, sicurezza e prevenzione, a iniziare dall’applicazione dell’intelligenza artificiale alla diagnostica per immagini. Nel percorso espositivo di Palazzo Italia allestiremo una nostra installazione all’insegna del connubio arte e scienza intitolata “The Beauty of imaging”. Sarà una grande riproduzione di un Bronzo di Riace che mostrerà ai visitatori di tutto il mondo contenuti scientifici multimediali, rendendoli consapevoli dell’importanza delle scienze della vita e in particolare dell’imaging diagnostico, una delle scoperte più rilevanti nella medicina contemporanea”. Le parole di apertura all’evento della dottoressa Diana Bracco, Presidente e Ceo del gruppo, già Presidente di Expo 2015 e Commissario generale di Padiglione Italia.
La presidente Diana Bracco ha evidenziato che “se c’è una cosa che tutti hanno imparato dalla terribile pandemia di Covid-19 è che non bisogna mai smettere di investire in ricerca. Oggi stiamo vivendo con l’integrazione tra la biologia molecolare, le biotecnologie e il digitale una rivoluzione che cambia profondamente la medicina. E l’Italia di questa rivoluzione è un hub pulsante, avendo un network diffuso su tutto il territorio nazionale di valide strutture di ricerca pubbliche e private e di imprese innovative che sono la vera punta di diamante del nostro sistema industriale e rappresentano più del 10% del Pil”.
All’Expo di Dubai, Bracco, insieme a molti partner, come i cluster nazionali dei settori life sciences e agroalimentare ALISEI e CLAN, darà inoltre vita a un palinsesto di eventi e iniziative all’interno del Padiglione Italia sul futuro della medicina, della prevenzione e della corretta alimentazione. L’obiettivo è quello di far comprendere il legame profondo che esiste tra salute degli esseri umani e del pianeta.
“A Dubai organizzeremo due importanti eventi dedicati al tema “Women and Science” che entrerà nel palinsesto riservato alle donne nel marzo 2022 – ha detto la dottoressa Bracco – e al progetto di education/formazione sui temi di Expo, nato dalla collaborazione tra Fondazione Milano per Expo, Fondazione Politecnico e Padiglione delle Donne di Expo 2020 Dubai”.
La presidente Diana Bracco nel suo intervento ha inoltre ricordato che Fondazione Bracco (istituzione volta a promuovere la ricerca scientifica, la valorizzazione del patrimonio artistico, l’aiuto umanitario con sede nell’antico palazzo Visconti, n.d.r) in occasione del National Day dell’Italia, sosterrà il grande concerto dell’Accademia della Scala che si svolgerà il 24 novembre 2021 alla presenza delle massime autorità dell’Italia e di altri Paesi, a cominciare dagli Emirati Arabi Uniti.
“Sono convinta, tra l’altro, che il bellissimo titolo scelto per Dubai, “Connecting minds, Creating the Future” – ha concluso – aiuterà a fare di questa Expo una grande agorà planetaria, luogo di scambio, di conoscenza e di business”. (nicoletta mele*\aise)
* Editor in Chief del Journal of Italian Healthcare World

(link webinar: https://www.youtube.com/watch?v=br6kA9W4_ns&feature=youtu.be)