Rai Italia: la solennità dell’Ascensione a “Cristianità”

ROMA\ aise\ - Il significato dell’Ascensione del Signore, la comunicazione della fede a tutti gli uomini nell’oggi di Dio là dove si dipana la vita e il lavoro dell’uomo, la preghiera alla Vergine Maria per la cessazione della pandemia e la pace nei luoghi del conflitto israelo-palestinese e per il popolo del Myanmar che invoca la cessazione delle violenze. Se ne parla a Cristianità, il programma televisivo di Rai Italia realizzato e condotto da suor Myriam Castelli in onda domani, domenica 16 maggio, in diretta dagli studi Rai di Saxa Rubra, dalle ore 9,45, ora italiana alle ore 12,30, giorno nel quale la Chiesa celebra l’Ascensione di Gesù e la 55ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali.
Si comincia con il ricordo del quarantesimo anniversario dell’attentato a Papa Giovanni Paolo II dal quale il Pontefice, grazie alla Vergine di Fatima, ebbe salva la vita e si prosegue con la S. Messa all’altare della Cattedra, nella Basilica Vaticana, presieduta da Papa Francesco con la partecipazione della Comunità dei fedeli del Myanmar residenti a Roma.
Con Mons. Josè Manuel Del Rio Carrasco della Congregazione del Culto Divino, dopo il commento alla S. Messa spiega la festa dell’Ascensione con il richiamo a rivolgere lo sguardo al cielo, nostra meta definitiva. Poi si va a Gerusalemme là dove gli apostoli videro per l’ultima volta Gesù salire al cielo. Sulla cima del Monte degli ulivi, anche quest’anno i francescani hanno pregato e fatto memoria degli ultimi istanti della vita di Gesù sulla terra, e hanno chiesto a Dio la fine della pandemia, la cessazione del conflitto tra israeliani e palestinesi e la pace per Gerusalemme.
L’altro ospite è padre Bernard Ardura, Presidente del Pontificio Comitato delle scienze storiche, fine conoscitore della storia e del cristianesimo, che ricorda il distacco degli Apostoli generato dalla dipartita del Maestro e la forza di Dio che con la Pentecoste li porterà ad annunciare con determinazione e coraggio il nuovo mondo rigenerato dalla potenza redentrice del Risorto.
Si passa poi alle notizie della settimana riguardanti le attività della Chiesa tra le quali spicca l’incontro del Papa con il presidente dell’Argentina Alberto Fernandez e il presidente della Lettonia Egils Levits. Tra le notizie anche il fascino attuale suscitato da Dante con la lettura continuata della Divina Commedia nel Duomo di Milano. Ultima notizia la partecipazione del Papa insieme al presidente Mario Draghi agli Stati Generali della natalità all’Auditorium di Roma, incontro organizzato dalle imprese, dalle istituzioni bancarie e dal mondo della cultura.
A mezzogiorno la preghiera mariana del Papa del Regina Coeli, dalla finestra del palazzo apostolico.
Poi si va in Australia a Sydney, dove il giornalista di Radio Italia, Paolo Rajo, parla della pandemia nel paese dei canguri e della preghiera del rosario in diretta streaming appena celebrata in diretta streaming in collegamento con il Vaticano dalla St Mary’s Cathedral di Sydney.
Dopo il commento di Mons. Vincenzo Paglia, Presidente dell’Accademia per la vita, sul Vangelo del giorno, la voce e il pensiero della Chiesa sull’importanza dei mass media e delle moderni reti digitali per l’annuncio del Vangelo.
Chiude la puntata il canto gioioso di chi vive alla luce del Risorto, presente e vivo oggi, un canto in modalità virtuale del Coro di Vallo in Piemonte che attende in preghiera la festa di Pentecoste. (aise)