Al Forum per l’italiano in Svizzera il Premio per il federalismo 2022

ZURIGO\ aise\ - A dieci anni dalla sua istituzione, il Forum per l’italiano in Svizzera, che riunisce 38 organizzazioni e offre una cassa di risonanza alla Svizzera di lingua italiana, ottiene un importante riconoscimento: il Premio per il federalismo 2022.
Assegnato dalla Fondazione Ch, dal 2014 il premio - dotato di 10.000 franchi – ricompensa una persona o un’organizzazione per il suo impegno politico, civile, scientifico o culturale a favore del federalismo e della coesione nazionale.
Il Forum per l’italiano in Svizzera è la prima organizzazione di lingua italiana a riceverlo.
Il Forum è stato premiato “per il suo impegno a favore della lingua e della cultura italiana”. Quest’anno, riporta la fondazione, “le scelte della giuria sono state dettate da considerazioni legate all’importanza delle lingue nazionali in generale e di quelle minoritarie in particolare”.
Organizzato in cinque gruppi di lavoro, il Forum per l’italiano in Svizzera promuove la lingua e la cultura italiana in tutti gli ambiti della società, dalla politica alla scienza. L’anno scorso, in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, ha reso omaggio alla figura e all’opera del Sommo Poeta con una serie di eventi in tutte e quattro le regioni linguistiche. L’attività del Forum si estende infatti a tutti gli italofoni in Svizzera. Per questo suo impegno, il Forum per l’italiano in Svizzera è stato insignito del Premio per il federalismo 2022.
LE MOTIVAZIONI
UN RICONOSCIMENTO PER IL CONTRIBUTO DELLA POPOLAZIONE ITALOFONA ALLA COESIONE
Premiando il Forum per l’italiano in Svizzera, la giuria ricompensa anche il contributo della popolazione italofona alla coesione nazionale. Il Ticino, per esempio, è molto di più della “Sonnenstube” svizzera.
Per la sua esposizione a sud, era ed è forse tuttora la porta d’entrata per i migranti che arrivano in Svizzera. Anche le valli meridionali dei Grigioni, la cui popolazione rappresenta una “minoranza nella minoranza”, sono confrontate a sfide particolari. “La popolazione italofona è un tassello importante del mosaico che forma il “modello Svizzera”, un modello che ha dato buone prove”, ha dichiarato il consigliere di Stato Pascal Broulis (VD), membro della giuria e presidente della Fondazione ch. La popolazione di lingua italiana costruisce ogni giorno ponti tra le lingue e le culture in ogni parte del Paese.
PER UNA DIVERSITÀ LINGUISTICA VIVACE
La giuria è convinta che la Svizzera tragga la sua forza e la sua identità anche dalla diversità linguistica. L’impegno del Forum per l’italiano non torna solo a vantaggio della popolazione italofona: non è quindi un caso che tra i finalisti del Premio vi siano altre organizzazioni che operano a favore della diversità linguistica, contribuendo così alla coesione sociale.
MENZIONE SPECIALE PER PLAY SUISSE
La piattaforma Play Suisse ha ricevuto una menzione speciale per la sua offerta di streaming innovativa che avvicina le regioni linguistiche proponendo contenuti in quattro lingue.
La piattaforma streaming della SRG SSR riunisce le migliori produzioni di SRF, RSI, RTR e RTS. Ambientate in varie regioni svizzere, raccontano storie che rispecchiano la varietà e le diverse realtà svizzere. Le produzioni sono sottotitolate in tedesco, francese, italiano e in parte in romancio. In certi casi sono anche doppiate, il che facilita la creazione di ponti tra le diverse regioni linguistiche. (aise)