Alla ricercatrice del CNR Miriam Serena Vitiello il premio italo-francese Friedel-Volterra

ROMA\ aise\ - La ricercatrice dell'Istituto Nanoscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nano) Miriam Serena Vitiello - dirigente di ricerca di Cnr-Nano e professore a contratto di Fisica della Materia Condensata presso la Scuola Normale Superiore di Pisa - è stata insignita del Premio Friedel-Volterra dalla Società Italiana di Fisica (SIF) e dalla Società Francese di Fisica (SFP). Il premio viene assegnato ogni anno a un fisico attivo nella collaborazione italo-francese in riconoscimento di risultati rilevanti del suo lavoro negli ultimi 10 anni, con lo scopo di commemorare le figure dei due insigni scienziati Vito Volterra e Jacques Friedel, consolidando le relazioni tra le due Società.
Vitiello si è aggiudicata il premio “per la sua importante ricerca sperimentale nel campo dei fenomeni di interazione luce-materia. In particolare per lo sviluppo di dispositivi innovativi nella gamma di frequenze TeraHerz“. Vitiello è co-autrice di oltre 250 pubblicazioni scientifiche e ha tenuto più di 120 interventi su invito a conferenze internazionali.
La ricercatrice si è detta “onorata di ricevere, come prima donna, un riconoscimento così prestigioso in ricordo della figura del fisico francese Jacques Friedel e di quella del matematico e fisico italiano Vito Volterra, fondatore e primo presidente del Cnr, ente di cui faccio parte”. (aise)