“L’Italia a bordo. Il tema dell’emigrazione nell’opera di De Amicis” all’Università di Toronto

TORONTO\ aise\ - Analizzare il tema dell’emigrazione nelle opere di Edmondo De Amicis, soffermandosi in modo particolare sul romanzo “Sull’Oceano”. Questo l’obiettivo della conferenza “L’Italia a bordo. Il tema dell’emigrazione nell’opera di De Amicis” organizzata il prossimo 6 aprile dal Dipartimento di italiano dell’Università di Toronto. La conferenza, dalle 16.00 presso la Father Madden Hall, sarà tenuta da Luigi Cepparrone (Università degli studi di Bergamo).
De Amicis, che nella seconda metà dell’Ottocento andava osservando e raccontando i problemi più rilevanti del giovane Stato italiano, coglie l’occasione di un viaggio in Sudamerica per lasciare ai posteri il romanzo dell’emigrazione; un romanzo-saggio molto sperimentale sia dal punto di vista linguistico, sia da quello della struttura narrativa.
La relazione privilegia nell’analisi dei testi una prospettiva antropologica, al fine di evidenziare le affinità del lavoro deamicisiano con la scrittura etnografica. Sulla nave, infatti, lo scrittore realizza un lavoro di ricerca sul campo nel quale mette in atto un’attenta osservazione partecipante. Il suo metodo di lavoro rende il testo molto attuale, avvicinandolo alle riflessioni epistemologiche dell’antropologia postmodernista, che tende a rivalutare il ruolo dell’osservatore, le parti diaristiche, e in generale preparatorie delle monografie.
Durante la conferenza saranno esaminati anche gli scritti che De Amicis realizza per raccontare la vita delle “colonie” di emigranti italiani in Argentina.
Luigi Cepparrone insegna Letteratura italiana e Letteratura per l’infanzia presso l’Università degli Studi di Bergamo. Studia la letteratura italiana tra Settecento e Novecento in una prospettiva antropologica. I suoi temi di ricerca vertono sulla modernità in Europa; la città; la letteratura industriale; la letteratura d’emigrazione; la letteratura educativa dell'Ottocento.
Le sue pubblicazioni hanno riguardato vari autori, tra cui C. Cantù, A. Manzoni, E. Praga, C. Collodi, G. Verga, R. L. Stevenson, L. Pirandello, C. Alvaro, V. Pratolini, G. Testori. Negli ultimi anni ha dedicato una particolare attenzione allo studio delle opere di Edmondo De Amicis, proponendone una nuova lettura.
Per partecipare alla conferenza occorre iscriversi qui: https://www.eventbrite.ca/e/6-april-2023-goggio-lecture-luigi-cepparrone-tickets-488983341337. (aise)