Punto Italia: ieri la maratona virtuale con gli italiani all’estero

ROMA\ aise\ - È tornato il Piccolo Festival delle Spartenze, manifestazione sull’emigrazione italiana dedicata agli italiani e agli italo-discendenti sparsi nel pianeta, organizzata dall’Associazione Socio-Culturale “AsSud” che ieri ha visto andare in scena il primo incontro per il 2021, in diretta su Facebook, dedicato proprio ai nostri connazionali nel mondo, dal titolo “Punto Italia”.
Quella di ieri è infatti stata una vera e propria “maratona virtuale” dove si è potuto discutere di temi quali la casa, l’essere comunità e del recupero dei borghi. A parlarne, si sono succeduti esponenti politici, figure istituzionali nell’ambito dell’emigrazione italiana, italo-discendenti di varie parti del mondo, professori universitari e musicisti.
Dalla Basilicata, dall’Abbruzzo, dalla Calabria e nel mondo. Le persone di origine italiana hanno dunque potuto parlare delle loro esperienze, delle loro radici, per un evento condotto da Erminia Madeo, e dal direttore del Festival, Giuseppe Sommario. Presenti anche il Sottosegretario ai beni culturali, Anna Laura Orrico, il Presidente della Fondazione Migrantes, Mons. Guerino Di Tora e tante associazioni di italiani all’estero oltre che a musicisti.
Durante l’evento sono stati anche presentati i progetti di ricerca “Scoprirsi italiani: i viaggi delle radici italiane” e il Master in Turismo delle radici che sarà inaugurato dall’UNICAL e la Scuola di Lingua e Cultura Italiana con un corso online socio-culturale che partirà la prossima primavera. (aise)