Rai Italia: domani la nuova puntata di “Cristianità”

ROMA\ aise\ - La Giornata missionaria mondiale e il messaggio diffuso da Papa Francesco: “Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato”. Nel celebrare la giornata missionaria i Pontefice ricorda che chi ha sperimentato la forza dell'amore di Dio, chi riconosce la sua presenza di Padre nella propria vita non può non annunciare, non condividere la sorgente pasquale della sua gioia. Attorno a questo argomento centrale si sviluppano gli altri temi interconnessi come il ruolo dei missionari, le nuove forme di annuncio del Vangelo nel mondo digitalizzato, le difficoltà e i sacrifici dei missionari che vivono in terre segnate da povertà e abbandono. Questi i temi del programma televisivo “Cristianità” di Rai World realizzato e condotto da suor Myriam Castelli in onda domani, domenica 25 ottobre, in diretta dalle ore 10,15 alle ore 12,20 dagli studi Rai di Saxa Rubra in Roma.
Con Padre Salvatore Perrella, Presidente dei marianisti italiani, si parla della nuova spinta missionaria che si registra nei giovani, dell'opera dei missionari italiani in terre povere e periferiche, della ricchezza missionaria rappresentata dai diversi carismi di ogni istituzione laica e religiosa. E ancora: dell'annuncio nei vari ambiti scolastici, lavorativi, educativi, esistenziali, della forza comunicativa dei mass media per l'annuncio di Cristo.
Una riflessione a parte è dedicata alle fatiche della missione, agli eroismi dei cristiani di oggi, testimoni fedeli del Vangelo nonostante le persecuzioni e fino al martirio. Infine si parla di Maria prima discepola missionaria modello per tutti i battezzati chiamati ad essere sale e luce nelle nostre terre.
L'altra ospite è suor Josefa Soares dos Santos, religiosa brasiliana della Congregazione delle Figlie di San Paolo, che risalta la forza del carisma nei battezzati che rende audaci nelle imprese e instancabili nelle fatiche sopportate per il Vangelo. In particolare sr Josefa parla del carisma che nel secolo scorso si annunciava come profetico per la missione cristiana e che oggi è imprescindibile, quello dell'annuncio del Vangelo attraverso il mondo dei mass-media.
Poi si va a Wasinghton negli States dove Robert Ruffolo, Diplomatico emerito degli Stati Uniti, testimonia la sua esperienza di cristiano battezzato guidato dalla fiducia nel Dio di Gesù Cristo, fonte di gioia e di libertà.
Al centro la S. Messa che si celebra nella Concattedrale di Taranto e al termine l’Angelus del Papa ai fedeli radunati in Piazza san Pietro.
Tra gli argomenti la riflessione sui 17 missionari americani rapiti in questi giorni ad Haiti, membri dell'Organizzazione Christian Aid Ministries, il Paese caraibico devastato dal terremoto del 2010 e dalla successiva pandemia di colera. Arricchisce la puntata il racconto di alcune storie di missionari italiani in Sudamerica e in Africa. Non manca la riflessione sul Sinodo mondiale appena iniziato voluto dal Papa per rivitalizzare il senso ecclesiale e comunitario della vita dei credenti.
L'altra tappa è in Brasile da dove padre Guido Mottinelli, alla luce del tema della Giornata missionaria mondiale che chiede di “Non tacere”, racconta la gioia della sua vita in Brasile interamente spesa al servizio di Dio e delle comunità brasiliane a lui affidate. (aise)