Rai Italia: la Chiesa per l’Ucraina nella nuova puntata di “Cristianità”

ROMA\ aise\ - Le speranze di pace dell'Ucraina, la sofferenza di un popolo che scappa dalla guerra e la determinazione della Santa Sede a fare tutto il possibile per raggiungere la pace, specialmente in questo momento nel quale, dopo tre mesi di conflitto, comincia a subentrare la stanchezza dovuta alla mancanza di soluzioni. La Chiesa in prima fila nel rispondere ai bisogni del popolo ucraino provato dalla guerra. E ancora, la costante attenzione di Papa Francesco per favorire accordi di pace che in questi giorni ha inviato a Kiev in questi giorni un suo delegato, Mons. Richard Paul Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati, per incontrare le comunità cristiane impegnate nell'assistenza e nell'accoglienza della gente.
Se ne parla a Cristianità, il programma di cultura religiosa di Rai World realizzato e condotto da suor Myriam Castelli in onda domani, 22 maggio, sui canali di Rai Italia, in diretta dagli studi Rai di Saxa Rubra in Roma, dalle ore 9,45 alle ore 12,20.
Ospiti della puntata Padre Maged Maroun, Procuratore Generale dell'Ordine Antoniano Maronita, Silvia Costantini, Console Generale d'Italia a Montreal e il giornalista Carlo Napoli, già corrispondente della Rai per i Paesi dell'Europa dell'Esta.
Con Padre Maged si parla del Paese dei Cedri, del carattere pacifico dei libanesi, delle antiche tradizioni religiose armoniosamente unite in una varietà di riti. E ancora si sottolinea l'emergere di situazioni sociali di conflitto dovute alla povertà e alla carenza di lavoro. Padre Maged parla delle attese e delle speranze del viaggio di Papa Francesco in Libano che al momento rimane ancora sospeso, essendo il viaggio del Pontefice posticipato a data da definire.
Silvia Costantini, che nei suoi oltre due decenni di carriera diplomatica, oltre che esser Console Generale è anche Rappresentante Permanente d'Italia presso l'Organizzazione internazionale dell'Aviazione (ICAO), parla dell'incontro di Papa Francesco con i membri dell'ENAC, Ente Nazionale aviazione civile, di cui ha elogiato l’opera.
L’altro ospite laico è il giornalista Carlo Napoli, con una carriera che lo ha portato ai confini dell'Ucraina, in particolare in Polonia.
Poi si va a in Ucraina dove don Andrej Bodnar, della Comunità salesiana di Leopoli, racconta l'impegno di accoglienza e assistenza offerto ai profughi in questi tre mesi e l'assistenza religiosa alle comunità. Don Andrej ricorda la devozione mariana del popolo che invoca Maria anche come Vergine Ausiliatrice dei cristiani, come viene festeggiata il 24 maggio.
Al centro la S. Messa che si celebra nel Santuario Madonna delle Lacrime in Treviglio, in provincia di Bergamo, e a mezzogiorno la preghiera del Regina Coeli del Papa con i fedeli radunati in Piazza San Pietro.
Non mancano le notizie del Papa e della Santa Sede in questa settimana tra le quali spicca l'incontro con i membri dell'Aviazione civile e alcuni servizi che testimoniano la vicinanza della Chiesa al popolo ucraino. Una menzione alla santa dei casi impossibile, Santa Rita da Cascia, la santa delle rose e delle spine la cui devozione è molto diffusa tra il popolo cristiano del mondo intero. (aise)