Vicentini nel mondo: aperte le iscrizioni al 63° Corso Palladiano per architetti oriundi

VICENZA\ aise\ - Studiare un architetto significa inevitabilmente affezionarsi alla sua vita e alle sue opere, sviluppando un legame forte e spesso longevo nel tempo. A questo legame è dedicata la 63° edizione del Corso palladiano, in cui dieci studenti dal mondo potranno presentare ciascuno il “proprio” architetto, studiandolo a fondo. Il corso, diretto anche a 5 discendenti vicentini che vivono all’estero, e che per questo vede la partecipazione dell’Associazione Vicentini nel Mondo, prenderà il via il prossimo 3 ottobre per concludersi poi il 7 ottobre, e si svolgerà, in italiano e in inglese, in formato online in diretta dai più importanti istituti di ricerca e dalle più prestigiose università nel mondo.
Le lezioni potranno essere seguite in diretta o in differita nel corso dei 30 giorni successivi.
L’associazione vicentini nel mondo favorirà la partecipazione di 5 giovani oriundi vicentini tra i 22 e i 45 anni. L’iscrizione al corso costa 200 euro, ma per quanto riguarda gli oriundi verrà richiesto solo un contributo di 50 euro (da versare direttamente al CISA con carta di credito tramite il link che verrà fornito al momento della conferma di partecipazione) mentre l’associazione si farà carico dei restanti 150 euro.
La scheda di richiesta di partecipazione dovrà pervenire per mail alla segreteria dell’Associazione Vicentini nel mondo (info@entevicentini.it) completa di tutta la documentazione richiesta entro il 27 settembre.
Requisiti per candidarsi per quanto riguardi gli oriundi: il programma del corso è riservato esclusivamente a giovani di età compresa tra i 22 e i 45 anni con documentata origine vicentina in linea retta, residenti all’estero e che non abbiano frequentato il corso in precedenza. Nella richiesta è necessario allegare la documentazione della parentela con l’avo vicentino; il partecipante dovrà possedere una buona conoscenza della lingua italiana e di quella inglese, parlata e scritta, tale da consentire l’apprendimento dei contenuti e da poter interagire; si richiede inoltre il diploma di laurea in architettura o ingegneria; il partecipante dovrà versare un contributo di iscrizione di 50 euro; a conclusione dell’esperienza formativa, ogni partecipante dovrà compilare il “questionario di soddisfazione” e consegnerà all’Associazione una breve relazione sull’esperienza vissuta. (aise)