8 MARZO: EMERGENCY PRESENTA “LE GUERRE DELLE DONNE” DI EMANUELA ZUCCALÀ

8 marzo: Emergency presenta “Le guerre delle donne” di Emanuela Zuccalà

ROMA\ aise\ - Trenta donne. Trenta voci dall’Africa, dal Medio Oriente, dal Sud America e dall’Europa, per raccontare come ancora oggi i diritti femminili vengano violati a tutte le latitudini. Le loro testimonianze sono state raccolte dalla giornalista Emanuela Zuccalà nel libro “Le guerre delle donne” (Infinito Edizioni), che sarà presentato online sui canali digitali di EMERGENCY il prossimo 8 marzo, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna.
In queste pagine Zuccalà, giornalista, scrittrice e regista specializzata in tematiche di genere, racconta i suoi incontri con le giovani nigeriane fuggite dalla tratta in Italia, con le attiviste contro le mutilazioni genitali femminili in Liberia e Kenya, con le migranti centroamericane in viaggio per cercare di superare i confini e ricostruirsi una vita negli Stati Uniti, con femministe algerine e ambientaliste peruviane che si oppongono alle miniere illegali, fino alle rifugiate siriane in Giordania.
Le storie che Emanuela Zuccalà racconta in “Le guerre delle donne” toccano i nodi più cruciali dei diritti femminili violati. Il diritto ad un parto sicuro è uno di questi.
L’autrice conduce attraverso una fitta rete di storie di donne che si intreccia anche alle vicende della Sierra Leone, lo Stato con la più alta percentuale al mondo di mortalità al parto, e all’emergenza umanitaria causata dagli attacchi di Boko Haram, perché nel nord-est della Nigeria la mortalità delle donne in gravidanza e la mortalità infantile sono condizioni ricorrenti.
Toccheremo problematiche attuali come gli effetti dell’epidemia di Covid-19 sul parto, con una delle protagoniste del libro, la ginecologa Adele Teodoro.
Si parlerà di mortalità infantile in luoghi come l’Afghanistan con Raffaela Baiocchi, ginecologa, che condividerà l’esperienza diretta di EMERGENCY che nel Centro di maternità di Anabah fornisce assistenza materno-infantile in un Paese dove la mortalità è 99 volte più alta di quella registrata in Italia.
Per partecipare all’evento, che avrà inizio alle ore 18, si può accedere liberamente alla pagina Facebook e sul canale Youtube di EMERGENCY. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli