Khartoum: quasi pronta la scuola Ghaar Hiraa a Mayo finanziata da AICS

KHARTOUM\ aise\ - La scuola Ghaar Hiraa a Mayo Mandella, interamente finanziata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, nasce da una richiesta della Località di Jabel Awalia, lo scorso giugno 2020.
La scuola, che ospiterà 150 bambini e bambine tra i 3 e i 12 anni, è stata costruita direttamente dalla comunità locale con il coinvolgimento di 12 lavoratori dell’area che l’hanno realizzata su disegni preparati dallo Studio di architettura ARCo. Oltre al materiale locale quali le stuoie di bambù e 52.000 mattoni di terra cotta, sono stati coinvolti 5 giovani artisti sudanesi che hanno colorato le 14 finestre e le 2 porte della scuola con disegni ispirati alla tradizione Nubiana, una delle etnie maggiormente presenti a Mayo.
La scuola, in via di completamento, sarà un centro educativo ma anche un punto di incontro per le donne della comunità che potranno avviare attività generatrici di reddito grazie all’allestimento di una cucina e per i ragazzi che potranno avere un piccolo parco giochi.
L’attività della scuola si inserisce nel programma Mayo Up della durata di 30 mesi che ha quale principale obiettivo quello di rafforzare la capacità di resilienza della popolazione di Mayo, uno di quartieri della periferia di Khartoum, dove vivono circa 600.000 persone in condizioni di vulnerabilità e assenza di qualsiasi tipologia di servizi, attraverso la realizzazione di infrastrutture e formazione.
L’AICS ha in corso nella stessa area, oltre a Mayo Up, un programma multilaterale con UNDP volto a mitigare i processi di radicalizzazione e a promuovere l’inserimento economico delle fasce giovanili. (aise)