Unido: l'Italia finanzia tre nuove iniziative

VIENNA\ aise\ - Il Rappresentante Permanente presso le Organizzazioni Internazionali a Vienna, Ambasciatore Alessandro Cortese, ha annunciato insieme con il Direttore Generale dell’Unido, LI Yong, il finanziamento di tre nuove iniziative in Etiopia, nella regione del Nord Africa e Medio Oriente e in Africa.
Il progetto in Etiopia – spiega la Farnesina – ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo socio-economico delle comunità più vulnerabili nelle aree rurali del Paese, tramite la realizzazione di quattro parchi agro-industriali, in continuità con le iniziative realizzate dall’UNIDO in collaborazione con la FAO e finanziate dall’Italia.
Il programma di formazione sulle politiche industriali a sostegno dell’economia circolare mira a rafforzare le competenze di 20 funzionari pubblici e rappresentanti del settore privato provenienti da Libano, Marocco e Tunisia, in collaborazione con le Università di Ferrara e Roma Tre.
Infine, il programma congiunto Unido/Fao in Africa intende creare opportunità di occupazione nel settore agro-industriale, in favore delle fasce più giovani della popolazione africana, attraverso interventi di formazione e sviluppo delle capacità d’impresa.
In occasione dell’approvazione del finanziamento, l’Ambasciatore Cortese ha evidenziato come le iniziative realizzate dall’UNIDO coniughino priorità tematiche e geografiche della Cooperazione Italiana - sviluppo agro-industriale, economia circolare e opportunità di occupazione in Africa e nel Mediterraneo e Medio Oriente - e promuovano importanti partenariati e sinergie con il nostro settore privato e i nostri centri di ricerca.
Il Direttore Generale LI Yong, da parte sua, ha ringraziato l’Italia per il continuo sostegno politico e finanziario assicurato all’Organizzazione, sottolineando il contributo dello sviluppo industriale inclusivo e sostenibile alla ripresa socio-economica post-pandemia e all’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. (aise)