SANT'EGIDIO PROMUOVE LA "BUKAVU GREEN COMMUNITY": UN NUOVO SVILUPPO SOSTENIBILE NELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

 SANT

ROMA\ aise\ - Si è chiusa nei giorni scorsi la prima fase di "Bukavu Green Community", il progetto promosso dalla Comunità di Sant’Egidio nel quadro dell’accordo di cooperazione ambientale bilaterale tra i Ministeri dell’Ambiente italiano e congolese.
Nei giorni scorsi, Godefroid Ndaukila, Direttore del Dipartimento dello Sviluppo Sostenibile, ha consegnato i diplomi a 30 giovani ingegneri, del Kivu, che hanno terminato 2 semestri di formazione sull’utilizzo delle energie rinnovabili e in particolare di quella fotovoltaica, iniziata a ottobre 2018.
“La bellissima Bukavu è purtroppo deturpata da uno sviluppo urbano fuori controllo associato a un aumento dell’inquinamento e a una cronica mancanza di energia”, spiegano da Sant’Egidio. “L’utilizzo dell’energia fotovoltaica porterà a ridurre l’impatto ambientale nella generazione di elettricità e darà ai 30 giovani diplomati la possibilità di accedere ad un settore che a livello mondiale ha fortunatamente visto nell’ultimo anno un incremento del 43%”.
Il progetto prosegue ora supportando i corsisti nella creazione di cooperative di progettazione e installazione di impianti fotovoltaici nella regione. I primi 2 impianti, per una potenza totale di circa 80 kW, saranno realizzati a Bukavu tra ottobre e novembre prossimi e quindi già nei prossimi giorni le cooperative di lavoro cominceranno il loro impegno per gli audit energetici, la progettazione esecutiva e le ricerche di mercato per i materiali da utilizzare.
Si proseguirà l’anno prossimo con le installazioni fotovoltaiche previste nella città di Goma.
“Ambiente, giovani, lavoro, energia sono le parole chiave del progetto che – conclude Sant’Egidio – si pone l’obiettivo di contribuire alla protezione dell'ambiente attraverso la promozione delle energie pulite e rinnovabili”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi