A Napoli il Mediterranean Coast Guard Function Forum

NAPOLI\ aise\ - Si terrà venerdì prossimo, 30 settembre, alle ore 9.00, presso il Centro Congressi della Stazione Marittima di Napoli, nell’ambito della Naples Shipping Week, l’apertura il Mediterranean Coast Guard Function Forum, un consesso che riunisce rappresentanti di istituzioni e agenzie che hanno competenze nelle funzioni di guardia costiera nel Mediterraneo.
L'apertura del forum – organizzato dalla Guardia Costiera italiana - vedrà la partecipazione, tra gli altri, del prof. Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, del On. Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania e dell’Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, Comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto.
L’obiettivo del Mediterranean Coast Guard Function Forum è quello di facilitare la cooperazione multilaterale su un'ampia gamma di temi come la sicurezza dei trasporti marittimi, la protezione dell'ambiente marino, ricercando soluzioni a problemi comuni ai vari paesi partecipanti, condividendo competenze e best practice.
Cos'è il Medforum?
La sicurezza economica dei Paesi “mediterranei” dipende sostanzialmente sull'uso sicuro dei mari del mondo. La protezione e la sicurezza dei mari è fondamentale per raggiungere gli obiettivi di mantenere un commercio marittimo florido ed efficiente. Il Forum delle funzioni di guardia costiera nel mediterraneo (MCGFF) è un consesso non è vincolante, volontario, indipendente e non politico che riunisce rappresentanti di istituzioni e agenzie che hanno competenze nelle funzioni di guardia costiera nel Mediterraneo per facilitare la cooperazione multilaterale su un'ampia gamma di temi come la sicurezza marittima, la protezione dell'ambiente marino, ricercando soluzioni a problemi comuni ai vari paesi partecipanti, condividendo competenze e le proprie migliori pratiche in modo cooperativo e consensuale. In definitiva il MCGFF intende promuovere gli sforzi internazionali al fine di migliorare la sicurezza marittima -intesa in senso lato-, preservando la libertà dei mari per legittimi scopi. Il successo finale, in definitiva, non può essere raggiunto da nessun paese in modo unilateralmente, ma richiede una collaborazione tra le nazioni che condividono gli stessi obiettivi. (aise)