Agricoltura innovativa nel Mediterraneo: esperti dal mondo a confronto con il Ciheam di Bari

BARI\ aise\ - Una settimana di incontri, seminari, laboratori, brokeraggio in programma al CIHEAM Bari dal 25 al 28 ottobre, incentrata sul tema dell’innovazione e sulla creazione di start up nella area mediterranea, volta a rafforzare l’imprenditorialità giovanile e la cooperazione.
Attesi un centinaio tra docenti, startupper, imprenditori agricoli e esperti internazionali che parteciperanno alla Mediterranean Innovation Agrifood Week, per promuovere l’agricoltura innovativa nel bacino del Mediterraneo.
L’evento è organizzato dal CIHEAM Bari in collaborazione con il MIP, Mediterranean Innovation Partnership (rete coordinata dal CIHEAM Bari che coinvolge 8 Paesi della riva sud del Mediterraneo), nell’ambito di WaterMedYin, progetto finanziato dalla Cooperazione Italiana.
La Mediterranean Innovation Agrifood Week fa parte del fitto programma di attività che, dal 2016, il CIHEAM Bari sta portando avanti nell’area mediterranea allo scopo di favorire la creazione di start up e l’innovazione della filiera agroalimentare attraverso vari strumenti, tra cui un Master internazionale in “open innovation and youth entrepreunership” e il network MIP.
Gli incontri si svolgeranno nel campus del CIHEAM di Bari ed alcune attività saranno accessibili anche on line.
Dal 25 al 27 ottobre si alterneranno meeting e laboratori finalizzati a favorire le competenze dei manager in Innovation support organization del Mediterraneo e dei focal point del MIP Network.
Durante la giornata di giovedì 28, in particolare, 15 start up provenienti da Libano, Palestina e Tunisia, selezionate da una commissione internazionale nell’ambito del progetto WaterMedyin, presenteranno la loro attività imprenditoriale innovativa a un pubblico selezionato di investitori, imprese senior, istituzioni pubbliche e private (Brokerage Committee). Dopo la presentazione dei pitch, gli operatori potranno incontrare bilateralmente, in appositi spazi espositivi allestiti all’interno del Campus del CIHEAM Bari, le start up al fine di valutare eventuali possibilità di collaborazione.
Alle ore 16.00 si terrà il workshop internazionale: Dialoghi sull’innovazione del sistema agroalimentare mediterraneo. Scopo della conferenza è contribuire all’identificazione di strategie per la creazione di un ambiente favorevole allo sviluppo sostenibile del settore agroalimentare: pilastro per la crescita socio-economica di molti Paesi del Mediterraneo, facendo leva sui giovani, sulle start up e sul connubio innovazione-competitività delle imprese. Partendo dalle esperienze realizzate dal CIHEAM Bari con il progetto WaterMeDYIN (https://www.watermedyin.net/) e attraverso la rete Mediterranean Innovation Partnership (https://mip.iamb.it/), grazie alle testimonianze di stakeholder e attori del mondo pubblico e privato, il seminario intende favorire un confronto sull’importanza di promuovere e sviluppare iniziative imprenditoriali giovanili incentrate sul legame fra innovazione e competitività. Tale legame costituisce, infatti, un volano per la creazione e il cambiamento delle imprese agroalimentari, che integra le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: ambientale, sociale ed economica, in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
I lavori del workshop saranno aperti da Maurizio Raeli, direttore del CIHEAM Bari, Michele Emiliano, presidente Regione Puglia, Teodoro Miano, vice presidente del CIHEAM, Jihen Boutiba, segretaria generale di BusinessMed. In programma interventi di rappresentanti di importanti organizzazioni internazionali e nazionali tra cui AICS, Unione per il Mediterraneo, Icarda, Startup Italia, Allianz biodiversity-CGIAR, Piccola Industria – Confindustria.
A latere dell’incontro sarà sottoscritto un accordo di collaborazione tra BusinessMed e CIHEAM Bari finalizzato a rafforzare il coinvolgimento delle imprese dell’area mediterranea in iniziative di innovazione del sistema imprenditoriale e dello sviluppo delle start up. (aise)