Cooperazione internazionale: il nuovo programma aperto e partecipato della Toscana

FIRENZE\ aise\ - Il programma di cooperazione internazionale della Regione Toscana per il triennio 2021-2023 nascerà a breve con un percorso partecipato che coinvolgerà tutti i soggetti interessati, a partire da Ong, associazioni e istituzioni.
Lo ha stabilito la giunta regionale che ha approvato ieri, 8 aprile, una proposta in tal senso formulata dall’assessora regionale alla cooperazione internazionale, Serena Spinelli.
La costruzione del nuovo programma avverrà attraverso una serie di incontri e seminari che si svilupperanno a partire da questo mese e sino all'autunno e che culmineranno in una conferenza finale.
Alle iniziative, come spiega la Regione sul proprio sito, potranno partecipare tutti i soggetti istituzionali e della società civile che contribuiscono, a vario titolo, alla realizzazione di attività di cooperazione allo sviluppo.
“Vogliamo ripensare e rinnovare strumenti e progetti della nostra cooperazione internazionale per renderli ancora più aderenti ai mutamenti di scenari e per migliorare la nostra governance - ha spiegato l’assessora Spinelli -. La pandemia – ha proseguito - ha avuto quale effetto una concentrazione ancora maggiore di interventi verso le complesse dinamiche dell’emergenza, e il settore della cooperazione ne è risultato così inevitabilmente indebolito. Anche per questo ritengo sia necessario ripartire con un programma che sia ancora meglio mirato e più condiviso, individuando gli strumenti di governo più adeguati da una parte e favorendo al massimo le sinergie tra tutte le realtà che operano in questo settore dall’altra. Per questo invito fin da ora le amministrazioni toscane, le ong, le associazioni oltre che le Università, Centri di ricerca, le istituzioni, le Aziende sanitarie che fino a oggi hanno sviluppato progettualità in quest’ambito a rendersi protagoniste attive di questo percorso, così come auspichiamo la partecipazione anche di nuove e variegate realtà, perché tutti insieme possiamo costruire un programma capace di attivare le nostre migliori energie”.
Il primo dei sei seminari previsti è in programma per il prossimo 14 aprile a partire dalle ore 17.00. L'appuntamento servirà a una presentazione generale del percorso. Seguiranno altri incontri dedicati a temi come “Strumenti e sistemi di governance”, “Economia circolare e cooperazione allo sviluppo”, “Crisi umanitarie”, “Agenda 2030 e obiettivi della cooperazione”, “Co-sviluppo”, “Business inclusivo” e “Cooperazione sanitaria e cooperazione allo sviluppo”.
Tutte le iniziative avverranno online. A breve sarà attivato uno spazio sul web dove far confluire i materiali dei vari incontri e ospitare spunti, proposte, richieste. (aise)