“Emergenza sorrisi” in missione in Iraq

ROMA\ aise\ - 98 bambini di Nassirya hanno ritrovato il sorriso grazie al lavoro straordinario dell’equipe di “Emergenza Sorrisi”, ong attiva in 23 Paesi nel mondo, in cui opera bambini colpiti da gravi malattie al volto.
Nell’ultima missione in Iraq, i medici e infermieri volontari in soli 5 giorni hanno compiuto una vera e propria impresa potendo contare sull’esperienza e collaborazione del personale sanitario locale che ha saputo gestire e organizzare al meglio i turni operatori garantendo il rispetto di tutte le misure di prevenzione legate al Covid.
In missione sono stati visitati e hanno partecipato allo screening preoperatorio un totale di 150 pazienti tra bambini e adulti. Di questi, ne sono stati registrati 52 da operare con urgenza con un’età che va da 1 mese a 52 anni: 13 piccoli pazienti con labbro leporino, 14 che presentano un distaccamento del palato e 25 tra malformazioni del volto e ustioni. Nel poco tempo a disposizione non si è riusciti ad effettuare ulteriori diagnosi, ma erano presenti più di 100 persone - tra bambini e adulti – con ustioni di vario genere in attesa di essere visitati.
Non solo malformazioni del volto, palatoschisi e labbro leporino. In missione i chirurghi dell’equipe di Emergenza Sorrisi hanno operato anche 15 casi di complesse ustioni. (aise)