Il Ciheam Bari lancia un corso online per gli operatori biologici

BARI\ aise\ - Fornire strumenti e metodi innovativi per la filiera biologica è l’obiettivo del corso online organizzato dal CIHEAM Bari, quale partner del progetto Boosting cross border Organic Ecosystem through enhancing agro-food alliances.
Rivolto agli operatori certificati del settore agroalimentare biologico, il corso di formazione rientra nelle attività di Organic Ecosystem, progetto finanziato dal Programma ENI CBC MED 2014-2020, che mira a realizzare un sistema agroalimentare transfrontaliero per sviluppare il settore dell’agricoltura organica dell’Area mediterranea.
Un totale di trenta ore, tra lezioni frontali e moduli di formazione a distanza in autoapprendimento, scambi di esperienze e buone pratiche in ambito nazionale e cross-border (formazione peer to peer), incentrate principalmente sui bisogni formativi degli stessi partecipanti.
Al corso potranno partecipare 10 imprese del settore biologico (certificate o in conversione), in particolare micro, piccole e medie imprese (PMI), interessate a sviluppare prodotti e/o servizi innovativi in linea con le esigenze sia delle comunità di appartenenza, sia del mercato internazionale agroalimentare biologico, selezionate da una commissione del CIHEAM Bari, costituita da esperti in innovazione, agricoltura biologica e sviluppo d’impresa.
Al termine del corso, i partecipanti potranno accedere alle fasi successive del progetto, ovvero incontri nazionali finalizzati a co-disegnare nuove filiere biologiche, a cui parteciperanno stakeholder e alcuni rappresentanti della Regione Puglia (autorità competente); laboratori nazionali e transfrontalieri finalizzati a favorire nuove alleanze commerciali e lo sviluppo della filiera.
Per partecipare al corso è necessario compilare il modulo di domanda disponibile sul sito web del progetto -sezione news- a questo indirizzo, previa sottoscrizione dell’accordo di adesione alla rete del progetto Organic Ecosystem.
Partner del progetto sono Ministero dell’Agricoltura della Giordania (capofila), CIHEAM Bari, Camera di Commercio di Zahle (Libano), Innopolis - Centro per l'innovazione e la cultura, Leukimmi (Grecia), ASCAME (Associazione delle Camere di Commercio del Mediterraneo - Spagna), Synagri (Sindacato degli Agricoltori della Tunisia). Coinvolti come associati i Ministeri dell’Agricoltura di Libano, Tunisia, Grecia, la Fondazione SEKEM (Egitto) e la Regione Puglia. (aise)