INTERREG ITALIA-AUSTRIA: PRESENTATO IL PROGETTO SWEET A GUIDA REGIONE VENETO

INTERREG ITALIA-AUSTRIA: PRESENTATO IL PROGETTO SWEET A GUIDA REGIONE VENETO

VENEZIA\ aise\ - SWEET - Single Windows for ExcEptional Transport. È questo il nome del progetto teso alla semplificazione delle procedure nei trasporti transfrontalieri che la Regione Veneto ha presentato nei giorni scorsi insieme alla Regione Friuli Venezia Giulia, alla società Veneto Strade e all’Università di Klagenfurt, nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V Italia-Austria 2014-2020.
Ad annunciarlo è stato l’assessore alle Infrastrutture e Trasporti, Elisa De Berti, che si è detta soddisfatta per questa iniziativa che “apre allo sviluppo, nel territorio transfrontaliero interessato, del prototipo SWEET e che prevede l’introduzione di una innovativa soluzione digitale integrata di mobilità per velocizzare le pratiche autorizzative e migliorare la gestione della logistica, tenendo conto delle direttive dell’Unione Europea e delle richieste delle parti interessate”.
Dal tavolo tecnico sui trasporti eccezionali, istituito dalla Giunta regionale del Veneto nel 2017, al fine di coordinare i diversi Enti preposti nelle procedure di rilascio di autorizzazioni alla circolazione, è emersa la necessità di razionalizzare gli itinerari stradali interessati dai mezzi pesanti, nonché di velocizzare il rilascio delle necessarie autorizzazioni. Da qui l’opportunità di adottare un sistema informatico che agevoli e semplifichi il complesso iter di rilascio autorizzativo, garantendo altresì un monitoraggio continuo di ponti e viadotti e altre infrastrutture, attraverso l’uso di moderne tecnologie, per assicurare i migliori standard di sicurezza.
“Oltre al tema della manutenzione infrastrutturale dei ponti e dei viadotti - ha aggiunto De Berti - sul quale la Regione si è attivata immediatamente aumentando le risorse finalizzate a tali attività per la viabilità di propria competenza, è emersa la necessità di semplificare le procedure amministrative di rilascio delle autorizzazioni. Ci siamo attivati subito per dare una soluzione al problema presentato sia dagli autotrasportatori, che rappresentano un importantissimo settore produttivo nel nostro territorio, sia dagli Enti gestori delle strade, che spesso si trovano imprigionati dalla burocrazia, derivante per lo più da norme statali e da competenze sovraregionali”. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi