Maestripieri (Aics) in visita in Libano

BEIRUT\ aise\ - Visita in Libano per il Direttore dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Luca Maestripieri.
La visita è iniziata la scorsa settimana da Bourj-Hammoud e Karantina, le aree periferiche di Beirut più colpite dall’esplosione del 4 agosto 2020. Un comune, il primo, e un quartiere, il secondo, popolari e con una forte presenza di rifugiati siriani dove l’onda d’urto ha lasciato un segno drammatico fatto di lutti, di case, scuole e negozi distrutti o danneggiati.
Accompagnato dall’Ambasciatrice d’Italia Nicoletta Bombardiere e dallo staff AICS in Libano, il Direttore ha incontrato il Sindaco di Bourj-Hammoud, Mardig Boghossian, e poi ha visitato i lavori realizzati da ONG italiane, in collaborazione con le istituzioni locali e con associazioni libanesi.
Le attività finanziate dalla Cooperazione Italiana hanno l’obiettivo comune di dare una risposta positiva alle conseguenze umanitarie, sociali ed economiche provocate dall’esplosione. Un intervento che va dalla riabilitazione delle case al sostegno per le piccole imprese, dall’aiuto umanitario al facilitare la scolarizzazione degli studenti più vulnerabili. A Karantina, il Direttore ha incontrato gli operatori e i beneficiari di un progetto di Community-Based-PSS a beneficio di bambini vulnerabili, con attività di sensibilizzazione e empowerment degli adulti su benessere e protezione dei bambini.
Da Beirut, Maestripieri ha raggiunto Damasco dove, accompagnato dalla direttrice Aics Beirut, Piermattei, insieme all’Incaricato d’Affari in Siria D’Antuono, ha incontrato sia i rappresentanti delle agenzie Onu nel Paese che i referenti delle ONG italiane presenti sul territorio. Con il Coordinatore Umanitario Siria Imran Riza, infine, è stata fatta una panoramica sulla risposta umanitaria in Siria.
Tra gli incontri della giornata anche quello con Nabil El-Jisr, Presidente del CDR, con cui il direttore dell’Aics ha parlato dei progetti a credito d’aiuto finanziati dalla cooperazione italiana.
Di nuovo a Beirut, Maestripieri ha visitato il Sursock Museum danneggiato dall’esplosione del 4 agosto scorso per la cui riapertura la cooperazione italiana ha stanziato 1 milione di Euro.
Il direttore, con l’Ambasciatrice Bombardiere e lo staff della sede Aics di Beirut, ha incontrato le ONG italiane che lavorano nel Paese con il contributo della Cooperazione Italiana, il Ministro delle finanze Youssef El-Khalil e quello degli Affari Sociali Hector Hajjar. (aise)