MISSIONE IN AFGHANISTAN: IL CONTINGENTE ITALIANO DONA GENERI ALIMENTARI PER LE FAMIGLIE INDIGENTI DI HERAT

MISSIONE IN AFGHANISTAN: IL CONTINGENTE ITALIANO DONA GENERI ALIMENTARI PER LE FAMIGLIE INDIGENTI DI HERAT

HERAT\ aise\ - Nell’ambito delle iniziative di cooperazione civile-militare promosse dalla missione in Afghanistan, il contingente italiano di Resolute Support, attualmente a guida 132^ Brigata corazzata “Ariete”, ha donato alla comunità di Herat ottocento Food kits contenenti ognuno cinquanta chilogrammi di generi alimentari (riso, farina, legumi, olio, zucchero) da destinare alle famiglie indigenti della provincia.
La consegna è avvenuta nei giorni scorsi a Camp Arena, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), alla presenza del Governatore di Herat, Sayed Abdul Wahid Qattali, e del Comandante del TAAC-WEST, Generale di Brigata Enrico Barduani.
L’attività, organizzata e condotta dal personale della Cooperazione civile e militare (CIMIC) del TAAC-WEST, si inserisce nell’ambito dei numerosi progetti di assistenza umanitaria promossi dall’Italia in favore della nazione afgana. Il supporto alla popolazione, con particolare riferimento alle fasce più vulnerabili della società - ricorda la Difesa - è una delle attività che si affianca a quella principale di addestramento, consulenza e assistenza alle forze di sicurezza afgane, condotta dagli advisors italiani, per incrementare funzionalità e capacità di autosostenersi.
“Con questo concreto gesto di aiuto in favore delle famiglie bisognose di Herat – ha affermato il Comandante del TAAC WEST – il contingente italiano continua a dimostrare la vicinanza e il sostegno alla popolazione afgana impegnata nel costruire un futuro solido e prospero per la propria società”.
Il Governatore di Herat, nel richiamare i numerosi interventi operati dal contingente italiano negli anni scorsi in favore della provincia, ha ringraziato per la donazione, manifestando riconoscenza per il supporto e l’assistenza che le Forze Armate italiane forniscono alle istituzioni del loro paese. Un ringraziamento all’Italia è stato espresso anche dalle famiglie beneficiarie dell’iniziativa. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi