Potenziamento del gender mainstreaming per l’agricoltura sostenibile e la sicurezza alimentare in Palestina: conferenza online per la chiusura del progetto GEMAISA II

GERUSALEMME\ aise\ - Si è tenuta ieri, 21 settembre, la presentazione della chiusura del progetto GEMAISA II - Potenziamento del gender mainstreaming per l’agricoltura sostenibile e la sicurezza alimentare.
Realizzato da CIHEAM Bari in partenariato con il Ministero dell’Agricoltura palestinese e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, il progetto ha visto coinvolti cinque paesi dell’area mediterranea: Palestina, Egitto, Libano, Marocco e Tunisia.
Alla cerimonia di chiusura hanno partecipato virtualmente dalla sede AICS di Gerusalemme il direttore Guglielmo Giordano e Gabriella Cerretti, Gender Equality Programme Officer.
Gemaisa II, progetto pilota finalizzato ad accrescere il ruolo delle donne nel settore agricolo della Palestina, ha visto coinvolti, oltre al Ministero dell’Agricoltura, i governatorati di Beit Duku, Beit Ummar e Nasarya. Sulla base delle esigenze manifestate dalle donne beneficiarie del progetto, sono stati realizzati corsi di formazione e potenziate iniziative locali, misure che insieme alle politiche promosse dal Ministero dell’Agricoltura, sono finalizzate a sostenere l’emancipazione economica e sociale delle donne nel settore agricolo.
Grazie al laboratorio dell'incontro di chiusura è stato possibile ascoltare direttamente dalla voce delle beneficiarie le loro storie di successo che confermano i risultati raggiunti dal progetto.
Infine, il direttore di sede, Guglielmo Giordano, ha sottolineato l’importanza del ruolo delle donne nel settore agricolo in Palestina e l’interesse da parte della Cooperazione Italiana, lead donor in gender, a rafforzare i partenariati con le istituzioni locali e con gli altri partner di progetto per continuare a sostenere esperienze virtuose come questa di Gemaisa II. (aise)