Alla Triennale Milano l’edizione limitata del libro “Graffiti Writing in Italy 1989-2021” di Alessandro Mininno

MILANO\ aise\ - Verrà presentato sabato, 22 gennaio, alle ore 17.00, alla Triennale Milano il volume "Graffiti Writing in Italy 1989-2021" (limited edition) di Alessandro Mininno, edito da bruno, con il supporto di Gummy Industries. Interverranno, insieme all’autore del libro, il giornalista Stefano Fiz Bottura e l’artista Angelo Muschio.
I graffiti hanno condizionato profondamente l’arte, la comunicazione visiva e la cultura contemporanea, sia all’estero che in Italia. Allo stesso tempo la loro diffusione ha cambiato per sempre l’aspetto delle nostre città, provocando una reazione dura e intollerante da parte della politica e dell’opinione pubblica.
Il linguaggio del writing, dopo quarant'anni dalla sua comparsa in Italia, è tuttora difficile da comprendere per il pubblico: si tratta di una cultura underground che mischia illegalità e pericolo, arte e vandalismo.
Il libro “Graffiti Writing in Italy 1989-2021” di Alessandro Mininno spiega il writing in modo divulgativo e documenta dettagliatamente, con le fotografie e le parole dei suoi protagonisti, la nascita e l'evoluzione del fenomeno in Italia.
Innumerevoli linee ferroviarie, private e pubbliche, una passione generalizzata per il lettering e una repressione spesso blanda hanno attirato diverse generazioni di ragazzi verso questo campo, trasformando l'Italia in uno dei paesi europei con la più lunga tradizione nel writing.
Alla presentazione seguirà la proiezione del documentario “Nero Inferno”, un’importante testimonianza video sul writing milanese dei primi anni 2000. Al termine dell’incontro un Dj set di Merge Layers (Natlek e Nobel). (aise)