FUMETTI NEI MUSEI…ON LINE: CONVERSAZIONE CON MATTIA MORANDI ED ELIANA ALBERTINI

Fumetti nei Musei…on line: conversazione con Mattia Morandi ed Eliana Albertini

TIVOLI\ aise\ - L’istituto Villa Adriana e Villa d’Este-Villae organizza domani, lunedì 8 marzo, alle 18:00 una speciale conversazione on line dedicata alla Mostra “Fumetti nei Musei”, allestita presso la Sala Mecenate del Santuario di Ercole Vincitore a Tivoli.
La serie delle conversazioni on line intende rappresentare la trasversalità di approcci e sensibilità che convergono attorno al patrimonio e ai progetti delle Villae.
L’esposizione “Fumetti nei musei”, curata dall’Ufficio Stampa e Comunicazione del Ministero della Cultura (MiC), in collaborazione con Coconino Press – Fandango e con il supporto di Ales Spa, è l’espressione di una iniziativa lanciata nel 2018 per raccontare, in particolar modo ai giovani, la ricchezza del patrimonio culturale italiano in una modalità coinvolgente e con un linguaggio immediato, attraverso le storie realizzate da fumettisti di eccellenza per 51 realtà museali. In esposizione figurano l’intera collana e alcune delle tavole originali custodite presso il Fondo Fumetti dell’Istituto Centrale per la Grafica.
La conversazione online di domani, dunque, intende accompagnare l’evento espositivo con un approfondimento sul fumetto e sulla sua forza narrativa ed evocativa, coinvolgendo in un serrato dialogo Mattia Morandi, Capo Ufficio Stampa e Comunicazione del MiC, ed Eliana Albertini, giovane artista che ha dedicato il fumetto Cambi di posto all’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este, raccontandolo con senso di meraviglia e spirito di avventura.
“Nonostante lo scenario della pandemia – dichiara il direttore delle VILLAE, Andrea Bruciati – abbiamo prorogato Fumetti nei Musei, rinnovando la nostra determinazione nel promuovere la conoscenza del patrimonio culturale italiano in tutte le sue espressioni, attraverso un inedito racconto museale, che mette in luce gli aspetti più dinamici e creativi del nostro mondo. D’altro canto la mostra è un invito a decodificare il linguaggio visuale delle opere, a leggere oltre attingendo a piene mani al simbolo per un nuovo segno significante. Con il fumetto siamo dinanzi ad una letteratura disegnata, un'arte sequenziale dove parola e immagini conducono lo spettatore / lettore verso un altro campo immaginativo, un diverso racconto. Ad una storia a fumetti possono pertanto essere attribuite non soltanto valenze educative, ma anche il merito di essere in grado di potenziare le nostre capacità cognitive.”
L’incontro si svolge tramite piattaforma Zoom. Per partecipare è necessario scrivere a va-ve.promozione@beniculturali.it. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi