Nando Martellini. Al limite del ricordare: il volume a cura di Cesare Borrometi e Pino Frìsoli

ROMA\ aise\ - È in libreria da questa settimana “Nando Martellini. Al limite del ricordare”, un’antologia degli scritti più significativi del grande e mai dimenticato giornalista sportivo, curata dagli storici della TV Cesare Borrometi e Pino Frìsoli.
Arricchita da nuovi saggi sulla vita e l’opera di Martellini, il volume – edito da Oligo editore (pagine 460, prezzo 20 euro) - è a metà tra un viaggio a bordo di un’ideale “macchina del tempo” e una sorta di “intervista impossibile”. Un omaggio al grande e indimenticabile commentatore della Rai, a quarant’anni da “quella” finale Italia-Germania.
“Il nostro libro antologico dedicato a Nando Martellini è un viaggio romantico nello sport del Secondo Novecento attraverso le parole scritte da chi aveva notoriamente il compito di raccontare al microfono, sorretto o no dalle immagini, lo svolgimento di questa o quella partita di calcio, questa o quella gara ciclistica, eccetera”, scrivono gli autori. “Nando Martellini era colui il quale, con discrezione, serietà e brillantezza, entrava attraverso la radio e la televisione nelle case degli italiani e li conquistava con il suo stile molto “anglosassone” nel descrivere le prodezze degli eroi del calcio (soprattutto) o del ciclismo. Ripresentando alcuni suoi articoli di giornale, noi oggi gli rendiamo omaggio con l’affetto provato per lui sin da quando eravamo piccoli telespettatori di avvenimenti agonistici. Gare, partite, tornei, campionati di cui raccontiamo anche agli appassionati sportivi di oggi i retroscena, grazie alle nostre esaurienti noterelle storiche di raccordo”.
La prefazione è a cura di Massimo De Luca.
Cesare Borrometi (Noto, 1968) vive a Torino dal 2006. Laureato in Lettere Moderne, si è sempre occupato della storia della TV nostrana e ha vissuto “un quarto d’ora” di popolarità vincendo 17 puntate del telequiz di Italia 1 Sarabanda nel 1998. Giornalista pubblicista, da molti anni collabora con svariate testate e programmi radio, scrivendo prevalentemente di cultura e spettacolo. Ha pubblicato Lunario dei giorni di Tele (Firenze Libri, 2012) e Blog Sessantasette (La Città del Sole Edizioni, 2019).
Pino Frisoli (Milano, 1969) è laureato in Scienze Politiche. Esperto di storia della televisione e dello sport, è attivo in RAI dove è specializzato nelle ricerche di archivio, in particolare per RAI Sport, seguendo rubriche come Perle di sport, Dedicato a..., Memory e Memory Doc. Ha pubblicato La Tv per sport (Tracce, 2007), Sport in Tv (con Massimo De Luca, RAI ERI, 2010) e Rischiatutto. Storia, leggende e protagonisti del programma che ha cambiato la televisione (con Eddy Anselmi, RAI ERI, 2016). Nel 2019 ha firmato uno dei capitoli del libro Serie A: un viaggio lungo 90 anni (allegato a "La Gazzetta dello Sport"). Scrive anche articoli di storia della televisione sul proprio sito pinofrisoli.blogspot.com. (aise)