GIUSEPPE BUCCINO GRIMALDI AMBASCIATORE A TRIPOLI

GIUSEPPE BUCCINO GRIMALDI AMBASCIATORE A TRIPOLI

ROMA\ aise\ - “Ritorno in questa terra sofferente e meravigliosa con grande emozione, fiducioso nella graduale affermazione della pace, della giustizia e della prosperità”. Così Giuseppe Maria Buccino Grimaldi, da oggi nuovo Ambasciatore italiano a Tripoli.
Napoletano, classe 1961, Buccino si laurea in Giurisprudenza all’Università Federico II di Napoli ed entra in carriera diplomatica nel 1988, destinato agli Affari Economici, impegnati nella nascente strategia di sostegno attivo alle imprese italiane all’estero.
Nel 1991 il suo primo incarico all’estero: è all’Ambasciata d’Italia a Beirut, quando la guerra civile è da poco terminata e il Paese è impegnato nella ricostruzione economica e sociale.
Tre anni dopo, è il 1994, è alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea a Bruxelles: segue nei primi due anni le relazioni con i paesi dell’Europa Centrale e Orientale e con i Paesi dell’ex Unione Sovietica. Presiede, durante il Semestre di Presidenza italiana della prima metà del 1996, il Gruppo di lavoro "Asia". Negli ultimi due anni e mezzo di permanenza a Bruxelles segue le questioni istituzionali e la conclusione della Conferenza Intergovernativa di Amsterdam
Nel dicembre del 1999 rientra alla Farnesina, dove viene destinato al Coordinamento Unione Europea della Direzione Generale degli Affari Economici.
Dal 2001 al 2004 è a Capo dell’Ufficio VI della neo - istituita Direzione Generale per l’Integrazione Europea, competente in materia giuridico – istituzionale. Nel corso del 2001 segue la preparazione della dichiarazione sul Futuro dell’Europa finalizzata dal Consiglio Europeo di Laeken. Partecipa nel 2002 – 2003 ai lavori della Convenzione europea, alle dipendenze del delegato del Governo italiano On. Gianfranco Fini. Terminata la Convenzione, durante la Presidenza italiana del secondo semestre 2003, segue i lavori per la Costituzione europea.
Dal 2004 al 2008 è Ambasciatore a Doha, in Qatar; nell’agosto del 2008 torna in Italia, all’ufficio diplomatico presso la Presidenza della Repubblica. Dal giugno 2009 è Consigliere Diplomatico Aggiunto del Presidente.
Nel settembre 2011 è Ambasciatore a Tripoli, dove resta fino al maggio del 2015, quando diviene Direttore Generale per l’Unione Europea alla Farnesina. Incarico che ora lascia per tornare in Libia. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi