COVAX: INIZIATE LE CAMPAGNE DI VACCINAZIONE CONTRO IL COVID IN AFRICA

COVAX: iniziate le campagne di vaccinazione contro il Covid in Africa

© UNICEF/UN0423316/

GINEVRA\ aise\ - I governi della Costa d'Avorio e del Ghana hanno iniziato oggi, 1° marzo, le campagne di vaccinazione contro il COVID-19, volte a proteggere gli operatori sanitari con il vaccino COVAX. Nei prossimi 7 giorni dovrebbero essere consegnate 11 milioni di dossi.
Queste campagne sono tra le prime a utilizzare le dosi fornite dall'Advanced Market Commitment (AMC) della Gavi COVAX Facility. L'AMC è il meccanismo di finanziamento della COVAX Facility per fornire vaccini sovvenzionati dai donatori ai paesi a basso reddito.
Le campagne in Ghana e Costa d'Avorio avvengono in seguito alle consegne a entrambi i paesi avvenute la scorsa settimana, con il Ghana che ha ricevuto 600.000 dosi il 24 febbraio e la Costa d'Avorio 504.000 dosi due giorni dopo. Entrambi i paesi hanno ricevuto il vaccino di AstraZeneca/Oxford con licenza e prodotto dal Serum Institute of India (SII). Il vaccino, denominato COVISHIELD, ha ottenuto l'Emergency Use Listing (EUL) dall'Organizzazione Mondiale della Sanità il 15 febbraio.
COVAX, l'azione globale per accelerare lo sviluppo e l'accesso ai vaccini contro il COVID, è co-guidata da CEPI (Coalition for Epidemic Preparedness Innovations), Gavi, l'Alleanza per i vaccini e l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in collaborazione con l'UNICEF, la Banca Mondiale, i produttori, le organizzazioni della società civile, e altri.
Le consegne segnano l'inizio di quello che sarà il più grande, più rapido e complesso lancio globale di vaccini nella storia. In totale, COVAX mira a consegnare almeno 2 miliardi di dosi di vaccini contro il COVID-19 entro la fine del 2021, di cui almeno 1,3 miliardi alle 92 economie (a basso e medio reddito) ammissibili al sostegno attraverso il COVAX AMC.
La conferma delle assegnazioni del primo turno, che coprono la maggior parte dei partecipanti alla COVAX Facility, sarà pubblicata il 2 marzo 2021. Le dosi di COVAX finora sono state consegnate dal SII a India, Ghana e Costa d'Avorio, mentre Pfizer-BioNTech ha consegnato dosi alla Repubblica di Corea. Altre consegne da parte di questi due produttori sono previste nei prossimi giorni, con 11 milioni di dosi in totale che dovrebbero essere consegnate nei prossimi sette giorni. Inoltre, AstraZeneca inizierà le spedizioni questa settimana.
H.E. Nana Akufo-Addo, Presidente della Repubblica del Ghana ha dichiarato: "Il COVID-19 ha cambiato il mondo. È costato vite umane, ha colpito i sistemi sanitari e ha danneggiato i mezzi di sussistenza. Ma, attraverso queste sfide, abbiamo visto il meglio dell'umanità espresso attraverso una forte cooperazione multilaterale. Il Ghana accoglie l'arrivo delle prime dosi di vaccini contro il COVID-19 attraverso il COVAX AMC come un percorso per porre fine alla fase acuta della pandemia. Per massimizzare il beneficio del vaccino per la salute pubblica, le prime dosi saranno destinate in via prioritaria agli operatori sanitari e a quelli essenziali, e ad altri gruppi a rischio. Questa importante pietra miliare permetterà al Ghana di tornare al lavoro, e di ricostruire la nostra economia ancora più forte di prima".
"Questo è il giorno che molti di noi hanno sognato e per cui hanno lavorato per più di 12 mesi", ha dichiarato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS. "È gratificante vedere il frutto di quel lavoro. Ma il successo deve ancora arrivare. Questo è solo l'inizio di ciò che COVAX è stato creato per raggiungere. Abbiamo ancora molto da fare per realizzare il nostro obiettivo di iniziare la vaccinazione in tutti i paesi entro i primi 100 giorni dell'anno. Mancano solo 40 giorni".
"Mentre la vaccinazione inizia in Costa d'Avorio, meno di un anno dopo che il COVID-19 è stato classificato come una pandemia globale, sono pieno di fiducia, e sono sicuro che attraverso COVAX e la solidarietà internazionale saremo in grado di raggiungere i più a rischio ovunque. L'accesso equo globale ai vaccini salvavita è il modo più sicuro per salvare vite e ricostruire le economie. Vorrei ringraziare tutti i donatori e anche la leadership del gruppo di nazioni G7. Oggi la politica dei vaccini è la migliore politica economica", ha dichiarato José Manuel Barroso, presidente di Gavi, l'Alleanza per i vaccini.
"L'ultimo anno è stato buio per le famiglie di tutto il mondo, ma il rapido sviluppo dei vaccini contro il COVID-19 ha fornito una luce di speranza alla fine del tunnel. Oggi, la COVAX Facility inizia a mantenere la sua promessa di assicurarsi che quella luce brilli per tutti", ha dichiarato Henrietta Fore, direttore generale dell'UNICEF. "Questo sforzo globale senza precedenti ha mobilitato la comunità internazionale per identificare i vaccini idonei, raccogliere i fondi per procurarli e porre le basi per la più grande campagna di vaccinazione al mondo della storia. Ora, questi vaccini stanno raggiungendo rapidamente le persone nei paesi a basso e medio reddito, molti dei quali sarebbero rimasti indietro senza il lavoro della Facility. Questo dimostra ciò che possiamo realizzare quando tutti noi - il settore privato, le Nazioni Unite e le agenzie di sviluppo, i governi, i donatori e gli altri partner - lavoriamo come una sola persona". (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli