DIRITTI DEI BAMBINI: ACCORDO DI PROGRAMMA TRA UNICEF ITALIA E PREFETTURA DI POTENZA

DIRITTI DEI BAMBINI: ACCORDO DI PROGRAMMA TRA UNICEF ITALIA E PREFETTURA DI POTENZA

POTENZA\ aise\ - “Ufficializziamo un’importantissima collaborazione con la Prefettura di Potenza a sostegno di tutte le bambine, i bambini e gli adolescenti, specialmente i più vulnerabili, che vivono nei nostri territori”. Così il Presidente dell’UNICEF Italia, Francesco Samengo, ha presentato nei giorni scorsi l’Accordo di Programma tra Prefettura di Potenza e UNICEF Italia – della durata di tre anni – che prevede la collaborazione per il programma “La Basilicata una regione in rete: la Prefettura di Potenza Partner dell’UNICEF per la Difesa e Tutela dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”, con l’obiettivo, ha spiegato, “di svolgere insieme una funzione di presidio a difesa e tutela dei diritti dell’infanzia, in rete con altri enti ed istituzioni”.
“Il presidio territoriale che andiamo a formalizzare, attraverso la firma dell’Accordo di Programma, - ha aggiunto – va nella direzione di costruire realtà di prossimità che sappiano intercettare i bisogni di bambini e adolescenti, che se anche vengono da molto lontano, sono vicinissimi a noi”.
L’accordo è stato presentato in occasione dell’evento online “Tutti a Scuola, in sicurezza, dopo il lockdown”, organizzato a Potenza dalla Prefettura e dal Comitato Regionale Basilicata per l’UNICEF.
Oltre all’Accordo, in questa occasione – alla presenza del Prefetto di Potenza Annunziato Vardé e della Presidente del Comitato Regionale Basilicata per l’UNICEF Angela Granata – è stato presentato anche il libro curato dal Comitato Regionale Basilicata per l’UNICEF “#IORESTOACASA raccontato da bambine, bambini e adolescenti della Basilicata”.
Nell’ambito dell’accordo triennale verranno promosse diverse azioni; tra queste: il proseguimento della “Ricerca-Azione sui Minori Stranieri Non Accompagnati. Dati in Provincia di Potenza”; un Monitoraggio sui Flussi migratori; attività di Sensibilizzazione/Formazione sui temi delle migrazioni dei Minori destinato agli Operatori delle Strutture, ai Minori, agli Studenti/Studentesse, ai Docenti, ai Sindaci dei Comuni interessati, oltre ad un Incontro annuale di sensibilizzazione/Formazione per il Personale delle Strutture di Accoglienza.
“Non possiamo infine non ricordare la drammatica emergenza sanitaria causata dalla pandemia da COVID-19, per cui, ancora una volta, a subire le conseguenze più gravi saranno i più deboli: bambini e adolescenti appartenenti a contesti fragili o in situazioni di vulnerabilità”, ha commentato Samengo. “Per questo, è importante rafforzare le sinergie e a questo proposito ringrazio il Prefetto Vardè per aver raccolto l’invito ad essere al nostro fianco e la Presidente del Comitato Regionale dell’UNICEF per la Basilicata Angela Granata per aver creato le condizioni per questo accordo. Dobbiamo cogliere la sfida che ci pone questa emergenza sanitaria per ripensare le politiche e i programmi per l’infanzia e l’adolescenza: tornare a dare priorità alla scuola, che mai come in questi mesi si è rivelata così necessaria, costruire alleanze strategiche che sostengano i servizi per l’infanzia e l’adolescenza”, ha concluso il Presidente dell’UNICEF Italia. (aise)