La Migrantes a fianco dei circensi

ROMA\ aise\ - Si celebrerà domani, 17 aprile, la “Giornata Mondiale del Circo”, “il World Circus Day”. A tal proposito, la Fondazione Migrantes, chiamata ad annunciare il Vangelo al mondo dei Viaggianti, ha voluto ricordare, specie in questi mesi di pandemia, “i fratelli e le sorelle circensi”, e nel ringraziare tutti gli operatori impegnati in questo periodo, il direttore generale della Fondazione, don Giovanni De Robertis, ha rivolto loro un pensiero ricordando l’importanza del cammino compiuto insieme alla Chiesa che è in Italia.
“Se, come ebbe a ricordare papa Francesco, la festa e la letizia sono segni distintivi della vostra identità – ha affermato don De Robertis – auguro che presto possiate riprendere la vostra missione di portare gioia e festa nelle nostre comunità. Ogni momento di letizia è sempre segno della presenza di Dio nella nostra vita e, come amava ripetere don Tonino Bello, il Signore ci dona quello che non abbiamo: il coraggio di sognare! Abbiamo tutti bisogno di sognare per non lasciarci sopraffare dalla paura e dallo smarrimento causati dalla pandemia. Cari fratelli circensi, ricordiamoci che Dio è sempre dalla nostra parte”. (aise)