Rotta solidarietà: al via il progetto artistico-culturale-politico di ANPI e Mediterranea

ROMA\ aise\ - Verrò inaugurata domani, venerdì 16 aprile, alle ore 19.00, “Rotta Solidarietà”, mostra virtuale frutto di un progetto dell’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani Italiani – Sette Martiri di Venezia, e la Ong Mediterranea.
Oltre 100 artisti, la Galleria Michela Rizzo presente con un’opera di Antoni Muntadas, la Scuola Internazionale della Grafica, Laboratorio Stampa d'Arte DoppioFondo, la Tipografia Tintoretto e poi collezionisti privati, artigiani, giovani talenti, creativi e studenti del Liceo artistico si sono uniti per Rotta solidarietà – Un mondo senza umanità non ha futuro - #anpisaleabordo un progetto di grande respiro partito dalla Sezione ANPI 7 Martiri di Venezia per la quale il dovere di salvare le vite dei dispersi in mare deve prevalere anche sull'interesse di protezione delle frontiere.
Fra le molte opere esposte, lavori di Daniele Bianchi, Guido Cadorin (ritratto di Felice Carena), Graziella Da Gioz, Vincenzo Eulisse, Ferruccio Gard, Nicola Golea, Stefano Grespi, Silvestro Lodi, Antoni Muntadas, Serena Nono, Jorge Pombo, Amedeo Renzini, Sarah Seidmann, Paola Volpato; anche la sezione fotografia è ricca di contributi, fra i quali quelli di Philippe Apatie, Roberto Bortali, Paolo Della Corte, René Seindal.
Non si tratta solo di una Mostra, infatti dopo l’inaugurazione è stato predisposto un ricco palinsesto di appuntamenti con letture, concerti, incontri che, a parte le iniziative speciali, sarà possibile seguire (a questo link) gli appuntamenti tutti i venerdì dalle 19.00 alle 19.45, per sei settimane consecutive. Per l’inaugurazione il duo attoriale-comico Frullatorio (David Angeli e Marco Tonino) saranno i conduttori di una serata che precede i saluti di Gianluigi Placella, Presidente di ANPI Sette Martiri Venezia e di Vanessa Guidi, Presidente di Mediterranea; una performance attoriale di Gianni De Luigi con un finale musicale. E poi via via nei venerdì successivi: Ottavia Piccolo, Sir Joe Polito, Michele Gazich, Giuliomaria Gaberlotto Mr. Wob, Talking Frongs, Alberto Bettin per un Progetto culturale che, seppur virtuale, coinvolgerà in maniera attiva e partecipata un grande numero di persone attraverso il linguaggio emozionale dell’arte, della creatività, della produzione artigianale, dello spettacolo.
Il tratto inconfondibile del grandissimo Altan, con il suo contributo declinato in varie modalità, riesce sempre a sorprenderci e ad emozionarci per la capacità di sintetizzare e a rendere immediatamente comprensibile un progetto o un’idea nei suoi obiettivi più alti.
Le singole opere messe a disposizione dagli artisti, le creazioni artigianali, i piccoli gadget e la bellissima maglietta con la Nave – logo di Altan verranno assegnate e spedite alle persone che sosterranno, a seconda delle possibilità di ognuno, l’iniziativa con le loro donazioni, tutti assieme per un obiettivo alto. Un segnale forte della società civile, di persone di buona volontà, di cittadini attivi che, così come resistono difronte alle proprie difficoltà in questo particolare periodo, allo stesso modo ancora si schierano contro le ingiustizie sociali. (aise)