SAMENGO (UNICEF ITALIA) INCONTRA IL GARANTE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA DELLA REGIONE LOMBARDIA

SAMENGO (UNICEF ITALIA) INCONTRA IL GARANTE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA DELLA REGIONE LOMBARDIA

MILANO\ aise\ - Il Presidente del Comitato italiano per l’UNICEF Francesco Samengo ha incontrato a Milano il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lombardia Massimo Pagani. L’incontro – che si è tenuto negli uffici del Garante presso la sede della Regione - è stata l’occasione per un confronto sui temi e le problematiche legate all’infanzia e all’adolescenza presenti sul territorio tra cui la povertà educativa e i minori stranieri non accompagnati, come sottolineato dal Presidente Samengo.
Un incontro importante, ha detto Pagani, perché primo passo verso la costruzione di una collaborazione solida con l’UNICEF.
Samengo, dal canto suo, ha colto l’occasione per invitare il Garante a unirsi alle celebrazioni per l’anniversario della Convenzione per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, di cui il prossimo 20 novembre ricorre il trentennale.
La proposta di realizzare un #KidsTakeOver in collaborazione con il Consiglio regionale della Regione Lombardia è stata accolta con entusiasmo da Pagani, il quale ha proposto la creazione di una commissione tecnica che si occuperà di organizzare l’evento e che sarà composta da rappresentanti di UNICEF, dell’ufficio del garante e del Consiglio regionale lombardo.
Il Garante ha quindi sottolineato l’importanza dell’ascolto dei bambini e dei giovani e la necessità di avere disponibili dati sempre aggiornati sulle varie problematiche che riguardano l’infanzia, anche in relazione alle differenti realtà presenti in Lombardia.
All’incontro erano presenti anche il Direttore generale dell’UNICEF Italia Paolo Rozera, i Consiglieri Anna Miccoli e Matteo de Mitri, il Presidente collegio dei Probiviri Stefano Taravella e i Presidenti provinciali della Lombardia.
Cogliendo una “richiesta di aiuto” da parte del Garante per realizzare il difficile compito di lavorare sulle tematiche che riguardano l’infanzia e l’adolescenza in Lombardia in cui coesistono realtà molto diverse tra di loro, il Direttore generale Rozera ha sottolineato la completa disponibilità dell’UNICEF a offrire la propria esperienza sul territorio.
Il seguente passo sarà quello di stipulare un protocollo tra UNICEF e il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lombardia. (aise) 

Newsletter
Archivi