WORLD ECONOMIC FORUM: ITALIA OTTAVA PER COMPETITIVITÀ NEL TURISMO

WORLD ECONOMIC FORUM: ITALIA OTTAVA PER COMPETITIVITÀ NEL TURISMO

ROMA\ aise\ - Ancora ottavi, dopo Spagna, Francia, Germania, Giappone, Stati Uniti, Inghilterra e Australia. Nel rapporto biennale in cui il World Economic Forum confronta 140 economie e misura l’insieme di fattori e politiche che consentono lo sviluppo sostenibile del settore Travel & Tourism (T&T), l'Italia occupa di nuovo l'ottavo posto sulla competitività nel turismo. Lo stesso del 2017. Completano la top ten il Canada al nono posto e la Svizzera al decimo.
Lo studio quest’anno accende i riflettori sulla sostenibilità del turismo, sempre più in bilico sotto il peso delle crescenti masse di turisti: gli arrivi sono stati, oltre ogni previsione, più di 1,4 miliardi nel 2018, favoriti dai minori costi e dalle minori barriere rispetto al passato.
Contribuendo al 10% del Pil nel 2018, il settore turistico è in forte crescita anche dal punto di vista della competitività e dell’occupazione globale e questo contributo dovrebbe aumentare di quasi il 50% nel prossimo decennio grazie all’espansione della classe media nel mondo, soprattutto in Asia.
I punti forti della Penisola sono le sue risorse naturali (settima sui 140 Paesi) e culturali (quarta), ma a frenarla sono soprattutto un clima relativamente sfavorevole alle imprese (110ma) e la scarsa competitività dei prezzi (129ma).
Va meglio per le infrastrutture turistiche, ma l’Italia non brilla per sicurezza ed è 63esima in altri importanti fattori quali la sostenibilità ambientale, le risorse umane e anche per la (scarsa) priorità data al turismo.
A guidare la classifica per il contesto favorevole alle imprese è Hong Kong, davanti a Singapore e Svizzera. Il paese più sicuro è la Finlandia, davanti a Islanda e Oman. Per igiene la palma va all’Austria, davanti alla Germania e alla Lituania. Per risorse umane e mercato del lavoro primeggiano gli Usa, davanti alla Svizzera e alla Germania. Sul fronte della prontezza tecnologica, si distingue Hong Kong (l’Italia è 41esima). Per la competitività dei prezzi, il rapporto assegna il primo posto (a sorpresa) all’Iran, davanti a Brunei e all’Egitto.
Il rapporto completo è pubblicato qui: https://www.weforum.org/agenda/2019/09/most-travel-tourism-competitive-countries-2019/. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi