BILLI (LEGA): INCREMENTO DEL 500% DEGLI ISCRITTI AIRE A BARCELLONA NEGLI ULTIMI 12 ANNI

BILLI (LEGA): INCREMENTO DEL 500% DEGLI ISCRITTI AIRE A BARCELLONA NEGLI ULTIMI 12 ANNI

ROMA\ aise\ - “Un incremento del 500% degli AIRE a Barcellona negli ultimi 12 anni, da circa 22.000 nel 2005 a 97.000 nel 2017, a cui è corrisposta una diminuzione del personale in servizio del Consolato, da 23 a 19, mentre i nuovi AIRE sono aumentati con un ritmo di quasi 1.000 al mese nel 2019. Mentre negli ultimi 12 anni l’incremento degli AIRE in tutto il mondo è stato del 64%, da 3.106.251 nel 2005 a 5.114.469 nel dicembre 2018. L’anagrafe consolare in Spagna contava 200.000 Italiani nel febbraio 2019 - precisa Billi - mentre erano già 288.000 secondo i dati spagnoli del INE al 30 giugno 2018, secondo le nostre proiezioni si dovrebbe arrivare a oltre 320.000 presenze effettive in Spagna al dicembre 2018, con un incremento di circa 65%". A riportare i dati della straordinaria crescita della collettività italiana a Barcellona è Simone Billi, deputato della Lega eletto in Europa, che lo scorso fine settimana – insieme agli altri colleghi eletti in Europa – ha partecipato a Las Palmas alla riunione di coordinamento della rete consolare in Spagna, convocata dall’Ambasciatore Stefano Sannino, cui è seguito un incontro con la collettività.
Alla riunione di coordinamento, organizzata al Gabinete Literario di Las Palmas, cui hanno partecipato, oltre a Sannino, anche la Console Generale a Barcellona, Gaia Danese, Capocancelleria a Madrid, Cristiana Cuneo, il Consigliere CGIE Spagna, Giuseppe Stabile, i presidenti dei Comites di Madrid e Barcellona, Pietro Mariani e Alessandro Zehentner, e alcuni Consoli Onorari, aggiunge Billi, sono stati discussi anche altri argomenti come “la digitalizzazione, l’accesso alle banche dati, maggiori poteri per i consoli onorari, nuove macchine per i dati biometrici, la carta di identità elettronica e l’anagrafe unica, tutti strumenti utili per velocizzare il lavoro dei Consolati, su cui mi impegno a supportare il Ministero degli Esteri per la loro realizzazione in tempi brevi”.
All’incontro ufficiale è seguito, come detto, quello con la collettività: “utile e costruttivo l’incontro con la comunità italiana locale organizzato dall’Ambasciata e la riunione con i miei elettori per ascoltarne problematiche ed esigenze”, riferisce in proposito Billi, rientrato in Italia “con nuove informazioni e riscontri positivi e con il ricordo di una emozionante e spontanea manifestazione di apprezzamento per il Console Onorario di Gran Canaria, Josè Carlos De Blasio, con una standing ovation che ha accompagnato la fine del suo discorso”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi