CARÈ (IV): CALABRIA E MEZZOGIORNO MOTORE DELLO SVILUPPO NEI PROSSIMI ANNI

CARÈ (IV): CALABRIA E MEZZOGIORNO MOTORE DELLO SVILUPPO NEI PROSSIMI ANNI

ROMA\ aise\ - “Credo che il Sud Italia e la Calabria abbiano tutte le possibilità per costituire il motore dell’economia italiana nei prossimi cinquanta anni”. Ad affermarlo è stato Nicola Carè, deputato di Italia Viva eletto all’estero, nel corso di un incontro sull’internazionalizzazione delle imprese e della Calabria che si è tenuto alla Camera di Commercio di Catanzaro.
Presenti il presidente della Cciaa di Catanzaro Daniele Rossi, il componente di Giunta camerale Saverio Nisticò, il vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Catanzaro Ivan Cardamone ed il consigliere camerale e coordinatore di Italia Viva a Catanzaro Francesco Viapiana.
In collegamento streaming Frank Carioti, imprenditore calabrese che vive in Australia e delegato della Cciaa per l’estero.
“Occorre attirare investimenti in Calabria. Dobbiamo portare in questa regione – ha spiegato Carè – il turismo di seconda e terza generazione con ricadute positive in termini economici e sociali. Miglioramento dei servizi e della ricettività – ha aggiunto – sono le strade maestre da seguire attraverso un’azione diretta a semplificare la burocrazia, fornire incentivi fiscali alle imprese e a riformare la giustizia. Seguendo tali linee di intervento le aziende e gli imprenditori potranno trovare terreno fertile e propizio per rendere un servizio che andrebbe ad esclusivo beneficio della Calabria”.
“Uno sviluppo, solido, strutturato e di lungo periodo. È questo di cui la Calabria ha bisogno – ha concluso Carè - insieme all’amore incondizionato e irrinunciabile dei sui figli”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli