RECOVERY FUND/ CARÈ (IV): “ELIMINARE GAP INFRASTRUTTURALE TRA MEZZOGIORNO E RESTO DEL PAESE”

RECOVERY FUND/ CARÈ (IV): “ELIMINARE GAP INFRASTRUTTURALE TRA MEZZOGIORNO E RESTO DEL PAESE”

ROMA\ aise\ - “Il Recovery Fund rappresenti un’opportunità per eliminare il gap infrastrutturale tra il Mezzogiorno e la Calabria con il resto del Paese”. È quanto afferma Nicola Carè, deputato di Italia Viva eletto all’estero che aggiunge: “l’apprezzabile e lusinghiero risultato ottenuto tempo fa dal premier Conte ora si tramuti in azioni concrete per il territorio”.
“Reputo indifferibile partire da un dato acclarato: il Mezzogiorno e la Calabria presentano un atavico deficit infrastrutturale che deve essere colmato; metterli al passo delle altre regioni italiane è condizione prioritaria per produrre ricchezza e sviluppo per l’intero Paese”, aggiunge il deputato, secondo cui “è arrivato il momento di rialzare la testa attraverso una graduale ripresa sociale e, soprattutto, economica. Con 208,8 miliardi, di cui 81,4 di trasferimenti a fondo perduto e 127,4 di prestiti, l’Italia ha una grande occasione di ammodernare il Paese e creare nuove opportunità di sviluppo, in maniera particolare in quelle regioni dalle potenzialità ancora inespresse”.
“Per tali ragioni, - conclude – partire dagli investimenti nelle infrastrutture, soprattutto nel Mezzogiorno, è un’occasione irripetibile per rilanciare il Paese e ripristinare condizioni di equità tra i territori”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli