AFGHANISTAN E IRAQ: IL MINISTRO GUERINI A COLLOQUIO CON IL SEGRETARIO GENERALE DELLA NATO

Afghanistan e Iraq: il Ministro Guerini a colloquio con il Segretario Generale della Nato

ROMA\ aise\ - Il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha avuto ieri, 27 gennaio, un colloquio telefonico con il Segretario Generale della Nato, Jens Stoltenberg. Tema centrale delle discussioni Afghanistan, dove il ministro si è recato in viaggio nei giorni scorsi per incontrare le autorità del Paese, e Iraq.
“L’Italia continuerà a fare la sua parte per l’Afghanistan. Insieme agli alleati valuteremo attentamente tutte le ipotesi relative alla presenza della NATO senza decisioni unilaterali, ma secondo il principio da te indicato in together, out together, adjust together”, ha detto il Ministro Guerini.
Nel lungo e cordiale colloquio, inoltre, Guerini ha riferito l’apprezzamento giunto dalle autorità afghane per quanto l’Italia ha fatto in questi anni: “Nel corso delle visita - ha detto -, ho ribadito che l’Italia continuerà a fare la sua parte per il loro Paese e che, insieme agli alleati, con cui ci riuniremo a Bruxelles in febbraio, valuteremo attentamente tutte le ipotesi allo studio”.
“Ho sottolineato - ha aggiunto ancora l’esponente del Governo italiano - l’importanza che diamo agli accordi di Doha, e i miei interlocutori hanno condiviso di riporre nell’avanzamento del negoziato grandi speranze”. Anche da parte afghana, secondo quanto ha riferito ancora, le condizioni essenziali per il buon esito del negoziato sono la cessazione delle violenze, la netta chiusura verso i gruppi terroristici e la volontà di proseguire verso una pace duratura.
Guerini ha indicato anche che vi sarà nei prossimi giorni uno scambio di opinioni anche con il nuovo Segretario della Difesa statunitense, Lloyd Austin, in vista della ministeriale Nato.
Nel dare appuntamento a Stoltenberg al vertice Nato del prossimo febbraio, Guerini ha concluso affermando che “qualsiasi decisione sull’evoluzione della missione nel paese asiatico dovrà essere presa in maniera coordinata con tutti gli alleati”.
Per quanto attiene all’Iraq, invece, è stato fatto un punto sulle attività della Missione di addestramento della NATO e il Segretario Generale ha espresso al Ministro l’apprezzamento per il contributo offerto dal contingente italiano nel corso degli ultimi anni. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi