“COVID IN AFRICA: UN CONTINENTE SOSPESO”: DOMANI DIBATTITO CON IL CE.S.I

“COVID IN AFRICA: UN CONTINENTE SOSPESO”: DOMANI DIBATTITO CON IL CE.S.I

ROMA\ aise\ - Nuovo appuntamento domani con il Ciclo “Think, Thanks!” avviato dal Centro Studi Internazionali. “Covid in Africa: un continente sospeso” il tema del dibattito in programma dalle 17.00 su zoom.
L’epidemia di Covid-19 non ha risparmiato neppure il continente africano, ponendo un ulteriore elemento di vulnerabilità sociale, economica e politica in un contesto già tradizionalmente caratterizzato da profonde criticità. Tanti sono i rischi e i potenziali impatti della pandemia sull’Africa.
Innanzitutto economici, come testimoniato dall’imminente recessione che metterà fina a 25 anni di crescita ininterrotta e che potrebbe rallentare le centinaia di programmi di sviluppo sui quali i Paesi del continente contavano per uscire dalla povertà. In secondo luogo, a rimorchio, gli impatti sociali: aumento della disoccupazione, rallentamento della mobilità nazionale e regionale e conseguente incremento del malcontento con effetti politici esplosivi. Infine, umanitari: con i Paesi più ricchi del mondo costretti a concentrarsi sulla guerra al civid-19 all’interno dei propri confini, aumenta il rischio di ridimensionamento negli aiuti al continente africano e, con esso, l’espansone di situazioni di emergenza per milioni di persone.
La pandemia, in sintesi, potrebbe essere un devastante moltiplicatore per i fattori di criticità esistenti, trascinando l’Africa in una spirale di instabilità su larga scala mai vista prima, con effetti diretti per tutto il mondo e, soprattutto, per la vicina Europa.
Di questo parleranno domani Massimo Zaurrini – Direttore Africa e Affari; Luca Russo – Senior Food Crisis Analyst FAO; e Marco Zupi – Direttore Scientifico CeSPI.
Modera il dibattito Marco Di Liddo, Senior Analyst CeSI. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi