Estonia: Italia alla guida della operazione NATO Air Policing

AMARI\ aise\ - Dal 3 maggio scorso l'Aeronautica Militare è alla guida dell’operazione NATO di Enhanced Air Policing in Estonia. Il passaggio di consegne dalla German Air Force è avvenuto durante una cerimonia nella base aerea di Ämari.
Il nome della missione è Baltic Eagle II: fino a fine agosto saranno impegnati quattro caccia F-35A del 32° Stormo di Amendola ed una task force di circa 130 militari, tra piloti, tecnici e specialisti, guidati dal Colonnello pilota Vincenzo Sirico.
È la prima volta che i nuovi caccia di 5ª generazione F-35 vengono impiegati dalla NATO a protezione dei cieli del fronte orientale dell'Alleanza, sottolinea lo Stato Maggiore, secondo cui la circostanza rappresenta “un ulteriore primato per l'Italia e per l'Aeronautica Militare in questo ambito, dopo che nel 2019 gli F-35 di Amendola furono i primi in Europa ad operare nella missione di air policing a protezione dei cieli islandesi”.
L'Aeronautica Militare rimarrà in Estonia per i prossimi sette mesi con i propri assetti aerei, con il compito primario di contribuire all'integrità dello spazio aereo delle tre repubbliche baltiche di Estonia, Lettonia e Lituania, e condurre allo stesso tempo attività addestrative congiunte sia con le Forze Armate estoni sia con i partners NATO presenti nella regione.
L’Air Policing è una missione della NATO finalizzata a preservare l’integrità dello spazio aereo della NATO nell’area di responsabilità del Supreme Allied Commander in Europe (SACEUR). Dal 2004, in particolare, è attiva senza soluzione di continuità la Baltic Air Policing (BAP), operazione che ha l’obiettivo di garantire la salvaguardia dello spazio aereo delle tre Repubbliche baltiche: Estonia, Lituania e Lettonia. L’Italia – che al momento è l’unico paese ad aver preso parte a tutte le operazioni di Air Policing della NATO - partecipa dal 2015 alle operazioni nell’area del Baltico: la prima missione in Estonia, con velivoli Eurofighter risale al 2018. In seguito, invece, l’Aeronautica Militare ha contribuito con diversi rischieramenti in Islanda, in Romania e in Lituania, dove da settembre 2020 fino a pochi giorni fa sono stati impegnati gli Eurofighter italiani. Dal 2014 sono state inoltre istituite le missioni di Enhanced Air Policing (eAP), tra cui rientra l’operazione in Estonia, con l’obiettivo di rafforzare la vigilanza della NATO sui confini del fronte orientale. (aise)