ITALIA – GIAPPONE: COLLOQUIO TELEFONICO TRA GUERINI E TARO KONO

ITALIA – GIAPPONE: COLLOQUIO TELEFONICO TRA GUERINI E TARO KONO

ROMA\ aise\ - “Grazie per la grande professionalità delle Forze Armate giapponesi nelle operazioni di rientro dei cittadini italiani ed europei imbarcati sulla Nave da crociera Diamond Princess e per la vicinanza espressa dal Giappone all’Italia in questi mesi”. Così il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini nel corso del colloquio telefonico avuto ieri con l'omologo giapponese Taro Kono.
Colloquio – riporta la Difesa – incentrato su uno scambio di informazioni sulle azioni intraprese dalle Forze Armate dei rispettivi Paesi nel fronteggiare l’emergenza Covid – 19 e la cooperazione bilaterale tra le due Difese.
“La componente militare italiana ha assunto un ruolo di primo piano nell’emergenza in corso - ha sottolineato Guerini - e stiamo tuttora fornendo un’ampia tipologia di concorsi, dal controllo del territorio, al supporto medico specialistico, trasporto aereo, sanificazione delle infrastrutture e produzione di presidi sanitari”. Attività che presenta forti analogie con quelle svolte dalle Japan Self Defence Forces.
Entrambi i Ministri hanno condiviso la necessità di una grande attenzione allo scenario internazionale di sicurezza, che può subire peggioramenti anche a causa delle conseguenze del Covid 19, e ribadito la necessità di uno sforzo coeso a favore della pace e della prosperità, per il quale è essenziale che Paesi come Italia e Giappone, accomunati dagli stessi valori, si facciano attori concreti di questa esigenza. In questo senso il Ministro Guerini ha evidenziato che “sul fronte delle operazioni internazionali, siamo riusciti nel duplice obbiettivo di minimizzare i contagi del nostro personale in teatro operativo e di non dover modificare la nostra impronta complessiva, continuando ad onorare i numerosi impegni assunti nello scenario internazionale”.
Tra questi particolarmente significativa la collaborazione nel settore della sicurezza marittima, che attraverso le rispettive Marine si sostanzia nel contrasto alla pirateria e al terrorismo marittimo nell’Oceano Indiano, ma che vede entrambi i Paesi sostenere con forza il rispetto del Diritto Internazionale Marittimo e la tutela del libero e sicuro accesso alle vie di comunicazione.
Sul piano della cooperazione bilaterale, Guerini ed il suo interlocutore hanno espresso grande soddisfazione per i risultati fin qui conseguiti ma anche l’auspicio di una ulteriore crescita. “C’è un forte interesse dei nostri Paesi a mantenere attiva la cooperazione nel campo della difesa e a coltivare le nostre relazioni bilaterali caratterizzate da numerosi interessi convergenti in materia di sicurezza, e da forti valori comuni, in particolare nei settori di addestramento, formazione e in quello industriale-tecnologico”, ha detto in proposito Guerini.
Nel centenario della trasvolata Roma Tokyo, che vide in nostri Paesi protagonisti di una impresa storica agli albori della moderna aeronautica, entrambi i Ministri hanno ancora una volta sottolineato l’importanza di una sempre maggiore sinergia tra le due Difese e condiviso appieno l’auspicio che questa sinergia sia accompagnata da un ulteriore rafforzamento nella collaborazione nel settore degli equipaggiamenti e quindi tra le rispettive industrie della difesa. “Nel confermare la volontà di un incontro bilaterale appena le condizioni lo consentiranno - ha concluso Guerini - auspico che le nostre relazioni continuino a svilupparsi in maniera armonica e concreta a suggello dell’amicizia e della stima che lega storicamente i nostri popoli”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi