Il sottosegretario Maria Tripodi alla XXXII Assemblea Generale dell’Italy/Japan Business Group a Venezia

VENEZIA\ aise\ - Il sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Maria Tripodi è intervenuta, su delega del ministro Antonio Tajani, alla XXXII Assemblea Generale dell’Italy/Japan Business Group a Venezia.
Il sottosegretario ha ricordato come il solido dialogo politico tra Italia e Giappone si affianchi a una fiorente collaborazione economico-commerciale, sempre più strutturata e diversificata. Dal 2019, i flussi commerciali bilaterali hanno infatti registrato una notevole espansione, raggiungendo i 12 miliardi di euro nel 2021, un valore superiore anche alle cifre registrate nel periodo pre-pandemico. L’interesse delle imprese italiane verso il mercato giapponese trascende tuttavia la dimensione degli scambi e si muove sempre più verso quella degli investimenti.
“Dinanzi all’attuale congiuntura internazionale, il rafforzamento del nostro già solido partenariato economico si carica di una rinnovata importanza e acquisisce valore strategico al fine di garantire la resilienza delle nostre economie. Penso ad esempio allo sviluppo di nuovi partenariati industriali in settori cruciali, come la transizione energetica, la connettività, le tecnologie ambientali e l’industria della difesa, che presentano ampi margini di crescita”, ha detto il sottosegretario. “Penso altresì alle nuove sinergie che potrebbero nascere, in un’ottica di mutuo beneficio, nel settore dell’innovazione, in cui le imprese italiane e giapponesi vantano punte di eccellenza mondiale”.
In conclusione, Tripodi ha sottolineato come soltanto lavorando insieme, settore pubblico e privato possano puntare a utilizzare al massimo le potenzialità esistenti e costruire, così, relazioni economiche sempre più equilibrate e mutualmente vantaggiose, nel reciproco rispetto degli interessi nazionali e a beneficio della crescita dei nostri Paesi. (aise)