Restrizioni alla democrazia diretta in Italia: Della Vedova presiede la riunione sulle osservazioni dell’Onu

ROMA\ aise\ - Il Sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova ha presieduto la Riunione Interministeriale di Coordinamento sulle osservazioni del Comitato Diritti Umani delle Nazioni Unite del novembre 2019 relative agli ostacoli che le forme di democrazia diretta incontravano in Italia.
Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti del Ministero della Giustizia, del Ministero degli Interni, del Ministero per l’Innovazione Tecnologica e della Transizione Digitale e del Dipartimento Affari Giuridici e Legislativi della Presidenza del Consiglio.
Il Sottosegretario ha sottolineato in questa occasione l’importanza di rafforzare l’impegno nel dialogo con il sistema dei diritti umani delle Nazioni Unite.
“Nel corso del 2021 abbiamo potuto fornire degli aggiornamenti di rilievo, in prima battuta grazie alle indicazioni del Ministero guidato dal Ministro Colao e, successivamente, con l’introduzione di una norma dedicata nel Decreto Semplificazioni di luglio 2021, la cui conversione è stata seguita in maniera specifica”, ha spiegato Della Vedova. “L’ONU ha poi richiesto specificatamente all’Italia di prevenire simili violazioni in futuro rivedendo la legislazione di riferimento affinché questa non imponga delle irragionevoli restrizioni nell’accesso alla partecipazione diretta da parte dei cittadini”.
“Sulla base di queste considerazioni, - ha concluso il sottosegretario – confido che il proficuo dialogo interministeriale intrapreso ci porti presto alla definizione di una risposta alle Nazioni Unite con argomenti volti alla chiusura della procedura”. (aise)