Studio del Diritto Internazionale Umanitario: il messaggio di Di Maio alla Commissione Nazionale

ROMA\ aise\ - “Prende oggi il via, con la prima riunione organizzata alla Farnesina, l’attività della Commissione per lo studio e lo sviluppo del Diritto Internazionale Umanitario. La Commissione sarà chiamata a trattare tematiche di rilevante attualità rispetto alle quali l’Italia ha sempre dimostrato un’elevatissima sensibilità, in linea con la sua lunga tradizione di difesa e salvaguardia dei diritti e della sicurezza delle persone più vulnerabili”. Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio nel messaggio inviato al presidente della Commissione, l’Ambasciatore Filippo Formica, in occasione della prima riunione oggi alla Farnesina.
“Le situazioni di conflitto armato sono quelle che certamente provocano maggiori sofferenze alle popolazioni coinvolte e il Diritto Internazionale Umanitario costituisce un insieme di regole, in costante evoluzione, finalizzate a mitigarne le conseguenze”, scrive Di Maio secondo cui è “doveroso che un Paese come il nostro si doti di un organismo chiamato ad approfondire la materia, promuovendone lo studio, la divulgazione e la sua concreta applicazione”.
“La presenza in Commissione di qualificati rappresentanti del Ministero della Giustizia, del Ministero della Difesa, della Magistratura Militare e della Croce Rossa Italiana, oltre che del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, costituisce, in tal senso, un’apprezzata garanzia”, sottolinea il Ministro. “L’istituzione della Commissione permetterà inoltre all’Italia di essere presente nei consessi internazionali ove analoghi organismi stranieri già si riuniscono periodicamente, a cominciare dal Quinto Meeting Universale delle Commissioni di Diritto Internazionale Umanitario organizzato dal Comitato Internazionale della Croce Rossa che avrà luogo, in formato virtuale, dal 29 novembre al 2 dicembre prossimi”.
“Al Presidente Formica e ai suoi colleghi Membri della Commissione – conclude il Ministro – vanno dunque i migliori auguri di buon lavoro”.
Istituita a settembre, la Commissione è composta da rappresentanti del Ministero degli Esteri, del Ministero della Difesa, del Ministero della Giustizia, della Croce Rossa Italiana e da accademici. Nel suo mandato figurano lo studio e lo sviluppo del diritto internazionale umanitario, la promozione della sua diffusione e della sua applicazione e dell’adeguamento dell’ordinamento giuridico italiano alle sue disposizioni. La Commissione ha altresì il compito di facilitare il coordinamento tra le amministrazioni e la società civile per il perseguimento dei propri obiettivi. (aise)