A Tel Aviv “Amedeo Modigliani, among friends”

TEL AVIV\ aise\ - È stata inaugurata l’11 maggio al Museo d’Arte di Tel Aviv la mostra “Amedeo Modigliani, among friends” organizzata in occasione del centenario della morte dell’artista dall’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv, in collaborazione con la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e il Museo d’Arte di Tel Aviv, su iniziativa dell’Ambasciata d’Italia in Israele e dello stesso IIC.
La mostra presenta le opere della collezione del Museo di Tel Aviv “Gaston Modot with Hat” del 1918, “Caryatid” del 1913-14 e “Zbovowski playing violin” del 1913, accanto ai ritratti di Hanka Zborowska del 1917, proveniente dalla GNAM di Roma, e quello di Leopold Zborowski del 1916 dal Museo d’Israele di Gerusalemme, riuniti qui per la prima volta dopo una lunga separazione. In mostra, sempre dalla collezione della GNAM, anche il disegno “Nudo Sdraiato” del 1917-1919.
La coppia Zborowski ebbe un ruolo importante nella vita dell'artista e lo sostenne nel corso dell’intera carriera e nel momento della malattia. Hanka Zborowska posò più volte per Modigliani. Coinvolta nelle attività commerciali del marito, fu amica fedele e confidente di Modigliani. Dal Ritratto di Leopold Zborowski traspaiono grande delicatezza e attenzione nei confronti dell'uomo che sarebbe diventato amico e fido mercante d’arte di Modigliani.
Le opere del grande pittore saranno esposte sino al 1° settembre nella galleria del Museo che ospita gli artisti della Scuola di Parigi (prima metà del XX secolo) Soutine, Chagall, Kisling e altri, molti dei quali accomunati dal legame con l’identità ebraica.

L'ambasciatore d'Italia in Israele, Gianluigi Bendetti, intervenendo all'apertura della rassegna ha sottolineato "l'importanza di questa occasione di partecipazione da parte dell'Italia alla riapertura della vita culturale in Israele. La mostra costituisce un mirabile esempio di quanto ricco e profondo sia il dialogo culturale fra questi due Paesi".(aise)