"ANATOMIA DELLO SPAZIO: OPERE E IDEE": PETER BOTTAZZI A MONTREAL PER L’IDD 2019

"ANATOMIA DELLO SPAZIO: OPERE E IDEE": PETER BOTTAZZI A MONTREAL PER L’IDD 2019

MONTREAL\ aise\ - In occasione della terza Giornata del Design Italiano nel Mondo, Montréal, nominata Città del Design UNESCO, ha ospitato il 19 marzo scorso la conferenza di Peter Bottazzi, designer e scenografo, "Anatomia dello spazio: opere e idee".
L’evento è stato organizzato grazie alla collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura con il Centre de Design dell’Université du Québec à Montréal.
La visione progettuale, il suo farsi, materializzarsi, prevedendo l’utilizzo di molteplici elementi, spesso impalpabili, immateriali. L’utilizzo del vuoto, della luce, del silenzio, della frammentazione dei ritmi e la variazione di scala oltre all’asimmetria. Il tentativo di mettere scomodo l’osservatore, il visitatore, renderlo parte attiva di un racconto e saper dare gli strumenti per esperire in maniera autonoma e personale. L’attraversamento del noto non sollecita l’emozione. Tutto ciò è la filosofia dello spazio di Peter Bottazzi, che il creativo ha illustrato a Montreal.
Peter Bottazzi ha iniziato la sua carriera come burattinaio, poi come tecnico delle luci e scenografo della Compagnia Carlo Colla e Figli. In seguito ha collaborato con molti registi, come Peter Greenway, Moni Ovadia e Robert Wilson, e ha continuamente curato la messa in scena per le mostre di Steve Mc Curry. Ha prodotto mostre d'arte in Italia per clienti come Il Sole 24 ore Cultura, Civita, Giunti, Contrast, musica internazionale Sugar, Change Performing Arts, Festival di Spoleto, Triennale di Milano, Abitare il Tempo. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi