Belgrado: l’Ambasciatore Gori all’inaugurazione della mostra dell’IIC su Milena Pavlovic Barilli

BELGRADO\ aise\ - L’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado, in collaborazione con la Galleria di Milena Pavlovic Barilli di Požarevac e sotto gli auspici dell’Ambasciata d’Italia a Belgrado e del Ministero della Cultura e dell’Informazione della Repubblica di Serbia, presenterà venerdì prossimo, 24 maggio, la mostra “Milena Pavlovic Barilli: una pittrice, 15 fotografi, 30 opere d'arte”. All’inaugurazione parteciperanno l’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Luca Gori, e Maja Gojković, Ministra della Cultura e dell’Informazione della Repubblica di Serbia.
L’esposizione vuole essere un omaggio alla celebre pittrice nata a Požarevac da madre serba e padre italiano, lo scrittore e critico musicale Bruno Barilli, nella quale saranno esposti quindici quadri accompagnati ciascuno da altrettanti scatti di fotografi serbi ad essi ispirati: Marko Krunić, Monika Pavlović, Marko Vulević, Goran V. Popovski, Dušan Reljin, Vukica Mikača, Goran Zlatković, Vuk Dapčević, Jasna Prolić, Miša Obradović, Miloš Nadaždin, Sever Zolak, Nenad Marjanović, Boogie (Vladimir Milivojević), Nebojša Babić.
Milena Pavlović Barilli fu pittrice e poetessa sensibile e delicata ma al tempo stesso determinata e consapevole delle sue doti artistiche. Il suo percorso di ricerca artistica, che assimila la suggestione dei grandi maestri del passato e di quelli suoi contemporanei – Giorgio De Chirico tra gli altri – raggiunse notevoli esiti personali che le valsero grande notorietà e apprezzamento.
Milena Pavlović Barilli mantenne al contempo sempre una certa fedeltà ai princìpi della sua formazione belgradese serbando nel cuore la sua natìa Požarevac. Conobbe e frequentò artisti e letterati del calibro di Jean Cocteau e André Breton ed espose le sue opere nelle più importanti gallerie mondiali, molte italiane, scomparendo prematuramente a New York, dove si era fatta apprezzare tra l’altro come ritrattista ma anche come illustratrice delle maggiori riviste di moda.
La cerimonia dell'inaugurazione è solo su invito.
La mostra rimarrà aperta fino al 15 settembre 2022 e sarà visitabile dal lunedì al giovedì dalle 10.00 alle 18.00 e il venerdì dalle 10.00 alle 15.00. (aise)