BUENOS AIRES: IL TEATRO ITALIANO PROTAGONISTA DEL FIBA

Buenos Aires: il teatro italiano protagonista del Fiba

BUENOS AIRES\ aise\ - L'Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, in collaborazione con il Teatro Coliseo e nell'ambito della quarta edizione del ciclo Italia XXI, partecipa per il terzo anno consecutivo al Festival Internacional de Buenos Aires 2021 in programma da domani, 26 febbraio, a domenica 7 marzo con una doppia proposta teatrale: “Comizi d’amore” del gruppo teatrale Kepler 452 e il ciclo in otto episodi online “Sant’Estasi” di Antonio Latella.
COMIZI D'AMORE
In un'edizione caratterizzata da una forte presenza italiana e incentrata sul dispositivo "Pandemic Theatre", ideato dal set designer italiano Emanuele Sinisi e al suo debutto mondiale a Buenos Aires, il Festival apre la propria programmazione con "Comizi d'Amore" del gruppo teatrale italiano Kepler 452.
Opera basata sul documentario "Comizi d’amore" realizzato nel 1965 da Pier Paolo Pasolini, "Comizi d'amore #BuenosAires" riprende dal film originale le domande dell’autore sull'amore, la sessualità, la famiglia, gli affetti e i tabù, trasponendoli dall'Italia di quegli anni alla contemporaneita’. Kepler-452 ripropone così cinquant'anni dopo gli stessi interrogativi e confronta le risposte di oggi con quelle del documentario originale, coinvolgendo in scena gli abitanti di Buenos Aires e le loro opinioni.
"Comizi d'amore #BuenosAires" è frutto di una intensa collaborazione svoltasi a distanza tra la compagnia Kepler 452, fondata de Nicola Borghesi, Enrico Baraldi e Paola Aiello , lo scenografo Emanuele Sinisi - creatore del dispositivo Pandemic Theatre e gli artisti argentini protagonisti dello spettacolo Martín de Goycoechea e Gonzalo Facundo López.
L’evento presenziale si terrà presso il Mandarine Cultural Tent (Complejo Punta Carrasco - Av. Rafael Obligado 1221) domani, venerdì 26 febbraio, alle 21, mentre sabato 27 e domenica 28 lo spettacolo inizierà alle 20.00.
Alla prima dello spettacolo – che potrà anche essere seguita in diretta streaming attraverso la piattaforma Vivamos Cultura - farà seguito l'incontro in modalità online con il suo creatore Emanuele Sinisi: l’evento sarà trasmesso sul dispositivo Pandemic Theatre e sui canali social dell’IIC: YouTube SPAGNOLO, YouTube ITALIANO, FB SPAGNOLO: e FB ITALIANO.
PANDEMIC THEATRE
Il concetto architettonico-spaziale, disegnato dallo scenografo italiano Emanuele Sinisi, prevede un formato tangibile conformato da un circolo di macchine (occupate dagli spettatori) che illuminano con i propri fari gli artisti, generando una scena a 360 gradi. Lo spettacolo "Comizi d'amore #BuenosAires" sarà l'occasione per il debutto a livello mondiale del dispositivo.
PANDEMIC THEATRE viene utilizzato nel FIBA 2021 anche per la presentazione di due opere argentine, create rispettivamente da Jorge Eiro (Fuego y pasión) y da Boom Chapadama.
SANTA ESTASI
Il ciclo teatrale "SANTA ESTASI - Atridi: otto ritratti di famiglia" è composto da otto episodi diretti da Antonio Latella.
Presentato per la prima volta online in versione sottotitolata in spagnolo a cura dell’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, la storia degli Atridi è una saga che propone il tema della famiglia e delle generazioni a confronto. Padri, madri e figli contemporaneamente presenti come personaggi, ma, tutti, impersonati da un gruppo di sedici giovani attori che rappresentano, di fatto, l’ultima generazione di quelli che possiamo forse definire non solo “figli” ma addirittura “orfani” di una guida, di un padre, di una madre, di un’istituzione che li accolga, di maestri delle precedenti generazioni.
L’estasi cui allude il titolo indica un andare fuori, al di là di sé stessi, esperienza connessa alla divinità di Dioniso, al teatro, ai riti misterici. Ecco allora che entra in gioco il teatro come catarsi, come purificazione. La saga della famiglia degli Atridi ha inizio con una sfida agli dei, basata sul gesto originario di un padre, Tantalo, pronto a sacrificare il proprio figlio Pelope. È una maledizione per l’intera discendenza, che mette in gioco temi quali la contesa del potere, la vendetta, il peso della colpa, la preparazione sorda della catastrofe.
Gli otto episodi del ciclo Santa Estasi saranno presentati sulla piattaforma Vivamos Cultura della Città di Buenos Aires.
Inoltre, a partire dal 27 febbraio alle ore 20:50, sarà disponibile sui canali dell’IIC l'intervista ad Antonio Latella di Elisabetta Riva, direttrice del Teatro Coliseo.
ITALIA XXI è un progetto pluriennale, giunto nel 2021 alla sua quarta edizione, che ha come obiettivo la rivitalizzazione e il rilancio dell’offerta culturale italiana a Buenos Aires e in Argentina. Attraverso una selezione specifica delle produzioni italiane contemporanee più significative della scena teatrale, musicale, operistica e di danza, ITALIA XXI promuove la circolazione in Argentina di contenuti artistici di alto livello, nei quali la grande tradizione culturale italiana si intreccia con i linguaggi contemporanei.
Il progetto ITALIA XXI è curato da Elisabetta Riva, direttrice del Teatro Coliseo, e Donatella Cannova, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura. Beneficia di fondi provenienti da MIBAC-Direzione Generale Spettacolo dal Vivo nell’ambito del Fondo per il Potenziamento della cultura e della lingua italiana all’estero.
Dopo il successo della prima stagione tenutasi nel 2018, il ciclo ITALIA XXI si è affermato sulla scena locale attraverso una fitta rete di collaborazioni con le maggiori istituzioni culturali argentine e dei paesi limitrofi.
In particolare, all’interno del FIBA, negli ultimi tre anni ITALIAXXI ha promosso una forte presenza italiana, portando in Argentina produzioni di rilievo quali Macbettu di Alessandro Serra, "La gioia" di Pippo Delbono, MDLSX della compagnia Motus, Moving with Pina di e con Cristiana Morganti, che hanno riscosso l’unanime consenso di pubblico e stampa. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi