Cantica 21: La fontana “Hortus” di Agostino Iacurci in mostra all’IIC di Praga

PRAGA\ aise\ - In mostra nella Cappella barocca dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga fino al 4 febbraio, grazie a un prestito temporaneo del Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, la scultura “Hortus” dell’artista pugliese Agostino Iacurci, uno dei vincitori della sezione under 35 dell'avviso pubblico “Cantica 21 Italian Contemporary Art Everywhere”, bandito dalla Direzione generale per la promozione del sistema paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Direzione generale creatività contemporanea del Ministero della Cultura, con l’obiettivo di promuovere la ricerca e la pratica nel campo delle arti visive contemporanee. Una grande mostra d’arte diffusa destinata alla circuitazione nella rete esteri italiana, con una sezione speciale dedicata ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.
Hortus è una scultura che fa riferimento al mito del Paradiso ed è composta da una fontana in terracotta di Impruneta smaltata, collocata all’interno di una struttura di sette anelli in acciaio e neon (sette come i cieli danteschi).
La forma della fontana è ispirata da una miniatura che rappresenta “Il Giardino dell’Amore o Hortus con fontana della giovinezza” contenuta nel manoscritto “De Sphaera” (fine del XV secolo), uno dei più affascinanti volumi astrologici illustrati del Rinascimento. Del disegno originale l’opera conserva lo schema compositivo che nella scultura appare schematizzato e fuori scala, assumendo le sembianze di una grande antenna parabolica, o una sorta di “obelisco alieno”, che alimenta una riflessione sul mito universale del Paradiso e sul suo significato in un mondo con una popolazione umana in crescita esponenziale, in cui la natura è soggetta ad un progressivo saccheggio.
Il moto perpetuo dell’acqua nella fontana, simbolo di una possibile palingenesi, la scelta dell’ubicazione temporanea dell’opera e altri particolari sui lavori di realizzazione e di installazione, sono stati approfonditi dall’artista in un intervento video disponibile sul canale YouTube dell’IIC di Praga al seguente link: https://youtu.be/a3xS7ELHUoU
Nato a Foggia nel 1986, Agostino Iacurci vive e lavora fra Roma e Berlino. Ha esposto in Europa, Australia, Giappone, Corea, Taiwan, Russia e Stati Uniti. Nel 2019 ha vinto il Premio New York e ha esposto le sue opere presso l’International Studio & Curatorial Program (ISCP) a Brooklyn. (aise)