Dante700: Giuseppe Ledda a Zagabria con “Dante, la poesia della natura e il bestiario medievale”

ZAGABRIA\ aise\ - “Dante, la poesia della natura e il bestiario medievale” è il tema della conferenza che Giuseppe Ledda terrà quest’oggi, giovedì 22 aprile, alle ore 18, su iniziativa del Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Zagabria, dell'Istituto Italiano di Cultura di Zagabria e della Società Dante Alighieri di Zagabria.
La conferenza si potrà seguire in diretta sulla piattaforma Zoom.
Giuseppe Ledda insegna all’Università di Bologna dal 2000. Dal 2014 è professore associato. Il suo principale campo di ricerca è costituito dagli studi danteschi e medievali. I suoi lavori danteschi più recenti si concentrano intorno ad alcuni interessi: il rapporto con la cultura classica; il riuso dei modelli biblici e agiografici; le similitudini animali e il loro rapporto con il bestiario medievale; l’ineffabilità nei suoi aspetti retorici e teologici; la ripresa del modello dantesco in Boccaccio e in Petrarca. Si occupa inoltre di letteratura rinascimentale (Pulci, Boiardo, Ariosto) e novecentesca (Montale, Atzeni).
È autore di numerosi saggi e di vari volumi di argomento dantesco. È condirettore della rivista "L’Alighieri" e membro del Comitato Direttivo della rivista "Studi Danteschi". È membro del Consiglio Scientifico della Società Dantesca Italiana e dei comitati scientifici di centri di ricerca nazionali e internazionali. (aise)